Economia, i prodotti Felicetti crescono dell'8%

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Da gennaio ad agosto di quest'anno il fatturato del Pastificio Felicetti è salito dell'6% rispetto allo stesso periodo del 2013. Un balzo in avanti dovuto ad aumenti sia in Italia che all'estero dove l'azienda di Predazzo esporta il 70% della sua produzione. Felicetti, presente oltre confine soprattutto in Germania, Regno Unito, Austria, Danimarca, Giappone e Stati Uniti oltre all'intera Europa, Australia e Sudamerica sta trattando una partnership per entrare in una grande catena del Gdo in Sudafrica ma è tutto l'estero a conoscere un grande fermento ad iniziare dai piatti pronti che hanno dato esiti positivi nonostantevengano prodotti per terzi. " Da maggio, da quando è in funzione il nuovo magazzino integrato al pastificio", dice Riccardo Felicetti, amministratore delegato dell'azienda trentina, " tutto è diventato più facile, più accellerato. Questo investimento che va a completare ulteriori investimenti passati, consente di concentrare sotto lo stesso tetto tutte le attività di stoccaggio e pciking che precedentemente erano delocalizzate con un risparmio in trasferimenti merci calcolato in circa centomila km/anno" Il Pastificio Felicetti che ha chiuso il 2012 con un fatturato di 28,276 milioni di euro toccherà a fine anno i 29 milioni. .

I più letti
Torna su
TrentoToday è in caricamento