Sicurezza: ecco dove saranno le nuove 177 telecamere

La decisione diventa attuativa con il Piano sottoscritto con il Commissario del Governo

L'autore della rapina in via Barbacovi, ripreso dalla telecamera per il traffico

Come annunciato (anche da noi, in questo articolo) saranno 177 le nuove telecamere installate in città, 94 per la videosorveglianza e 83 per il rilevamento targhe. Il provvedimento è diventato effettivo con la firma del "Patto per l'attuazione della sicurezza urbana", sottoscritto dal Sindaco Alessandro Andreatta e dal Commissario del Governo per la Provincia di Trento Pasquale Gioffrè. Per l'installazione delle nuove videocamere e per altri punti previsti  dal Piano, come la sinergia tra le diverse forze dell'ordine, è stato richiesto al Governo un finanziamento. 

Ecco dove saranno installate le nuove videocamere, in zone che la nota descrive come "interessate da situazioni di degrado e di illegalità":


- i sobborghi ovest e nord di fondovalle, ricompresi nelle zone di Ravina, Sardagna, La Vela, Gardolo, Spini, Melta di Gardolo;


- i sobborghi della collina est, ricompresi nelle zone di Martignano, Cognola, Povo, Villazzano, Tavernaro, Oltrecastello, Mesiano, Valsorda;


- le zone urbane periferiche a sud del centro città, ricomprese nella Circoscrizione Oltrefersina;


- le zone urbane a ridosso della Z.T.L.;


- gli ingressi ovest, nord e sud al territorio comunale, ricompresi nelle località Viote, Via Sponda Trentina, Via dei Pomari, Vigolo Baselga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Previsioni del tempo, neve in arrivo anche a bassa quota

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento