terza cattura dell’orso m49. la delegata oipa di trento inizia lo sciopero della fame per protesta

Ricordiamo l'approccio "gastronomico" di Fugatti nei confronti degli orsi: nel 2011, per protestare contro il Life Ursus, da deputato organizzò un "Banchetto a base d'orso" poi bloccato dai Nas.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

TERZA CATTURA DELL’ORSO M49. LA DELEGATA OIPA DI TRENTO INIZIA LO SCIOPERO DELLA FAME PER PROTESTA RICORDIAMO L’APPROCCIO “GASTRONOMICO” DI FUGATTI NEI CONFRONTI DEGLI ORSI: NEL 2011, PER PROTESTARE CONTRO IL LIFE URSUS, DA DEPUTATO ORGANIZZÒ UN “BANCHETTO A BASE D’ORSO” POI BLOCCATO DAI NAS Catturato l’orso M49 per la terza volta e la delegata dell’Oipa di Trento, Ornella Dorigatti, entra in sciopero della fame per protesta. L’Oipa ribadisce la necessità di una diversa gestione dei grandi mammiferi in Trentino e, in particolare, del Progetto Life Ursus. Inoltre auspica un intervento deciso del ministro Costa e del Governo, poiché la fauna è patrimonio indisponibile dello Stato. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, riesce ad approcciarsi agli orsi solamente a colpi di ordinanze di cattura e di abbattimento. D’altra parte, ricordiamo l’approccio “gastronomico” dello stesso Fugatti nei confronti degli orsi: nel 2011, per protestare contro il Life Ursus, da deputato organizzò un “banchetto a base d’orso” durante la festa della Lega a Imer, banchetto poi bloccato dai Carabinieri dei Nas.

Torna su
TrentoToday è in caricamento