rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Volley

Crema vince anche gara 2 dei play-out, l'ATA Trento saluta la B1 dopo 9 stagioni

Netta sconfitta interna per la formazione di coach Mongera che non è riuscita a ribaltare il risultato dell'andata

Dopo nove stagioni consecutive nella terza categoria nazionale, la Walliance Ata Trento ieri sera è stata costretta a salutare la serie B1, chiudendo in maniera amara una stagione che aveva riservato solo soddisfazioni fino al 5 marzo, quando la squadra veleggiava al quinto posto in classifica con 11 punti di vantaggio su quella stessa Enercom Crema, che ieri sera ha vinto il braccio di ferro dei playout senza avere mai né superato né agganciato le atine nel corso dell’intera stagione.

Si tratta dell’esito beffardo, costruito da un regolamento anomalo, che in questa stagione ha introdotto questa coda finale di partite per la salvezza sconosciuta prima d’ora, ma anche da un risultato a dir poco anomalo registrato l’ultima giornata (il 3-0 con il quale Busnago a fatto fuori la terza forza del campionato Costa Volpino) e soprattutto dai tanti problemi fisici con i quali le atine hanno dovuto fare i conti da metà stagione in poi, penalizzando in particolare la batteria di attaccanti di palla alta, che anche ieri sera ha faticato troppo per poter pensare ad un risultato diverso dal 3-0 finale a favore di Crema. Marco Mongera conferma il settetto di gara-1 con Granieri in regia, Carosini opposta, Orlandini e Gitti in banda, Bertoldi e Baccolo al centro, Eccel libero, così come Matteo Moschetti continua a puntare sulla regista Claudia Nicoli in diagonale con Giulia Giroletti, in posto-4 fiducia a Maria Cattaneo e Alessia Marengo, al centro a Maddalena Bertoldi e Francesca Baccolo, ad Alice Labadini nel ruolo di libero.

La battaglia serrata di gara-1 lascia pensare ad una nuova sfida equilibrata, ma le cose non vanno esattamente così. I primi sette minuti di gioco sono infatti un monologo della Walliance, che con una serie di servizi lunghi riesce a mettere in difficoltà il cambio palla lombardo a a ricostruire con una certa facilità. Subito 2-0 grazie ad un’invasione e ad un attacco di Carosini, poi sul 3-2 le buone battute di Orlandini sono seguite da un muro di Carosini su Giroletti, un tocco di Baccolo e un fallo di linea di Nicoli.

Nel mucchio c’è anche un ace e tutto, almeno fino al 9-4, lascia pensare che la prima frazione possa sorridere alle padrone di casa. Fino al 10-6 la situazione appare sotto controllo, ma poi purtroppo tocca al cambio palla delle rosanere bloccarsi per ben sette azioni: protagonista della rotazione è l’opposta Giroletti, che con i suoi servizi mette a ferro e fuoco la ricezione delle atine, raccogliendo cinque ace (uno su Eccel, uno sui Bertoldi e tre su Gitti), ai quali si aggiungono una fast, uno smash e un’invasione di Bertoldi. Il risultato finale è un 10-14 che di fatto cambia la storia della frazione. L’Enercom appare galvanizzata dalla rimonta e difende il vantaggio con le unghie, rintuzzando due tentativi trentini di tornare sotto (12-14 e 14-16), grazie al buon momento della laterale Marengo, che nel finale piazza anche due buone battute al salto, seguite da altrettanti muri vincenti delle compagne Giroletti e Cattaneo.

Sul 16-22 la Walliance riesce a piazzare due break, un altro sul 20-23 grazie ad un muro di capitan Bertoldi, ma un servizio sbagliato di Carosini e una fast di Fioretti chiudono il set 21-25.Si riparte, senza cambiare campo, con un nuovo positivo approccio dell’Ata alla frazione, un 5-2 costruito su due punti di Greta Carosini (muro e attacco) e un primo tempo di Baccolo, poi però il vento cambia, in primo luogo perché Crema trova in Marengo, Frassi e Cattaneo tre buone battitrici, in secondo perché le atine commettono troppi errori per poter custodire il vantaggio iniziale, per la precisione quattro fino all’8-10, poi altri due nella serie di break point costruiti dall’Enercom con Fioretti in battuta (che trova anche un ace).

Sul 9-14 la Walliance riesce a imbastire una reazione, che la porta sul 12-14 grazie ad un ace di Granieri, ma poi le rosanero non raccolgono più alcun break point fino alla fine della frazione, mentre le ospiti volano da 16-20 al 16-24 con il turno al servizio di Cattaneo, alimentato da altri tre errori di Orlandini, Bertoldi e Granieri a set ormai compromesso. Chiude, 17-25, un pallonetto di Marengo. Nella terza frazione, la sedicesima giocata negli scontri diretti stagionali fra queste due squadre, la diversa situazione emotiva influisce fin da subito sul risultato, penalizzando un’Ata che ha il morale a terra, anche perché si rende conto di non riuscire a sviluppare il gioco che l’ha sostenuta per mesi di campionato. Sul 4-7 la Walliance ha già commesso quattro errori, poi arriva un punto del libero Labadini, il cui terzo tocco viene lasciato cadere sulla linea dei tre metri.

A questo punto diventa protagonista l’arbitro Bonetto: sul 6-10 vede in campo una fast di Frassi, muovendo le proteste di Marco Mongera, punite con un cartellino rosso, che vale il 6-11, seguito da altri due break “giocati” (uno smash di Frasi e un muro di Giroletti su Venturato, schierata nello starting six della frazione in contromano, per poter spostare Carosini in banda con Orlandini. Poi torna ancora protagonista Bonetto, che sull’8-15 da per buona una schiacciata lunga di Marengo, accendendo nuove accese proteste, che portano ad un altro cartellino rosso (il punto dell’8-17) e poi all’espulsione dal campo di Marco Mongera. La partita non ha più granché da dire, a questo punto, e si trascina fino al 15-25 finale, con un paio di punti di Venturato. L’ultimo, quello che sancisce la salvezza dell’Enercom Crema, lo realizza Elisa Frassi. Il tabellino del match:

WALLIANCE ATA TRENTO-ENERCOM FIMI CREMA 0-3 (21-25, 17-25, 15-25)

Walliance Ata Trento: M. Gitti, Granieri 1, C. Gitti 2, Bertoldi 4, Carosini 11, Mongera ne, Eccel (L), Venturato 4, Baccolo 8, Camazzola (L) ne, Orlandini 4, Guerzoni, Bampi ne, Blasi. All. Mongera.

Enercom Fimi Volley 2.0 Crema: Guerini Rocco (L) ne, Giroletti 15, Saltarelli ne, Labadini (L) 1, Abati, Nicoli 2, Cattaneo 5, Frassi 9, Moretti ne, Fioretti 7, Fugazza, Marengo 10, Iannaccone, Vairani ne. All. Moschetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crema vince anche gara 2 dei play-out, l'ATA Trento saluta la B1 dopo 9 stagioni

TrentoToday è in caricamento