rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Volley

B1: Busnago fa bottino pieno al PalaBocchi, l'ATA Trento deve accontentarsi di un set

Le brianzole si sono dimostrate molto più affamate, regalando alle padrone di casa soltanto il terzo parziale

Una Dolcos Busnago carica a mille, determinata non solo a vendicare la sconfitta interna maturata nella prima giornata di campionato, ma anche a guadagnarsi preziosi punti salvezza per uscire da una situazione sempre più complicata, ha fatto propria l’intera posta in palio nel match giocato sabato al PalaBocchi. La Walliance Ata Trento ha faticato a costruire le proprie trame di gioco e soprattutto non è stata in grado di mettere in campo quell’atteggiamento aggressivo e sbarazzino che ha contraddistinto gran parte delle prestazioni offerte in questa stagione. Il primo set se lo è giocato fino all’ultimo, il terzo lo ha vinto, ma è stato nel secondo e nel quarto che la squadra non è riuscita a tenere il passo delle brianzole, che hanno capitalizzato prima la grande produttività delle centrali Crippa e Fenzio, poi, quando l’Ata ha cominciato marcarle un po’ più strette, le ospiti hanno sfruttato i tanti errori su azione e soprattutto al servizio, che hanno minato ogni chance delle atine di conquistare qualche break point.

I numeri dicono, infatti, che hanno commesso un totale di 33 errori complessivi, 18 dei quali in battuta, contro i 20 del Busnago, una differenza decisiva per la determinazione del risultato finale. Nelle ultime tre giornate Granieri e compagne dovranno gestire i sette punti di vantaggio che vantano su Crema, in questo senso sarà importantissimo vincere lo scontro diretto in programma il 23 aprile, tenendo presente che la Enercom può ancora disporre della sfida contro il Bedizzole per incamerare punti. La Walliance inizia la sfida con Granieri al palleggio, Carosini opposta, Orlandini e Gitti in banda, Bertoldi e Baccolo al centro, Eccel libero, mentre le ospiti giocano con Beatrice Erba in regia, Nadia Rossi opposta, Marika Bonetti e Camilla Cornelli in banda, Francesca Crippa e Sofia Fenzio al centro, Sara Pistocchi, almeno nei primi scambi, come libero.

L’avvio delle brianzole è micidiale. Con i servizi della regista si lanciano sullo 0-5, sfruttando la produttività della centrale Crippa a muro e in attacco, poi un time out scuote le trentine, che si rifanno grazie a tre battute incisive di Orlandini, le quali, oltre a produrre un ace, permettono a Gitti di murare Rossi e a Baccolo di chiudere lo smash del 5-6. Il buon momento si chiude lì, perché poi la Walliance comincia a soffrire. Busnago manda a memoria il cambio palla con Fenzio o Cornelli, che portano il punteggio sul 9-13. L’Ata accorcia le distanze sul 12-13, ma non riesce a tenere un ritmo di gioco costante e non soprattutto riesce a fermare Fenzio al centro, così si ritrova sul 15-20 e sul 17-21. L’ingresso di Venturato al servizio cambia le carte in tavola e permette alle atine di conquistare tre break point, con un ace, un’invasione di Erba e un attacco do Orlandini. I giochi sono riaperti sul 20-21, ma le due squadre non cedono più alcun cambio palla e si arriva sul 23-25 con un attacco vincente della solita Fenzio.

Da evidenziare che sul punteggio di 20-22 il primo arbitro Riccardo Villa si vede costretto a scendere dal seggiolone per un lieve malore e il match rimane fermo quasi venti minuti prima che si possa riprendere a giocare. Una pausa che però non rallenta Busnago. Si attende la reazione della Walliance, che comincia bene il secondo set, costruendosi un vantaggio di 6-5, grazie agli attacchi e alle battute di Francesca Baccolo, ma poi esce dai binari quando va al servizio Camilla Cornelli. Il Dolcos vola dal 6-6 al 6-12 con due muri e tre attacchi vincenti di Rossi e Bonetti, che chiudono una serie di azioni lunghe senza che l’Ata riesce a interrompere questo flusso, nemmeno cambiando palleggiatrice. Il Dolcos aumenta il proprio vantaggio, portandosi dal 10-14 al 10-17 grazie ai servizi di Bonetti e a quel punto non c’è più molto da fare per la Walliance, che ha un sussulto nel finale, ma non può evitare il 17-25. Sotto per 2-0, le padrone di casa non possono più sbagliare e partono bene nella terza frazione, soprattutto grazie ai servizi di Ilaria Granieri (4-1), che realizza anche un ace, e a un muro di Carosini su Cornelli, che vale il 6-1.

Tempo due rotazioni e il Dolcos va però al sorpasso, a dimostrazione della fragilità del cambio palla di casa, penalizzato da una ricezione che subisce altri due ace e da un muro che non tiene il passo di quello di Busnago. Dopo una lunga serie di cambi palla, l’Ata, che dal 9-11 ha messo in cabina di regia Marika Gitti, riesce a costruirsi un break point che vale il 17-17, grazie a un errore di Fenzio, poi nel finale trova lo spunto per andare a chiudere, sfruttando Camilla Gitti (suoi i punti del 21-20 e del 23-22) e un altro muro di Carosini su Cornelli. Sul 24-23 Fenzio spara out, ma Busnago chiede all’arbitro, senza successo, di sanzionare un possibile tocco del muro, una contesa che solo un videocheck potrebbe dirimere. Match riaperto? Si direbbe proprio di sì, a giudicare dall’avvio della quarta frazione, che vede l’Ata, ancora con Gitti al palleggio, assoluta protagonista.

I servizi della palleggiatrice bresciana fissano subito un confortante 4-0 (con due ace), poi Busnago reagisce con gli attacchi della solita Bonetti, ma non riesce ad agganciare le padrone di casa, spinte dal duo Gitti (Camilla) - Orlandini. Sembra un set simile al precedente, destinato a chiudersi sul filo di lana, invece, come era accaduto nel secondo set, ci pensano le battute al salto di Camilla Cornelli a sabotare questa prospettiva: per quattro volte le trentine ai fanno difendere e per quattro volte Bonetti e Rossi vanno a segno in attacco, fissando un pericoloso 13-17, che poi diventa un 14-19 a causa di un errore di Venturato. L’Ata si avvicina, ma non ha la forza per rimontare, anche perché Busnago ormai vede a portata di mano tre punti d’oro per la propria salvezza e affonda ancora i colpi con un ace della neo entrata Di Tommaso e i due attacchi finali di Cornelli. Si chiude sul 202-25. Il tabellino del match:

WALLIANCE ATA TRENTO-DOLCOS BUSNAGO 1-3 (23-25, 17-25, 25-23, 20-25)

ATA TRENTO: Granieri, Carosini, Orlandini, Gitti C, Bertoldi, Baccolo, Eccel, Gitti M, Venturato, Blasi, Camazzola. All. Mongera

BUSNAGO: Erba 2, Fenzio 14, Pistocchi (L), Cornelli 7, Sarti Cipriani, Bonetti 17, Crippa 8, Ditommaso 1, Rossi 12, Zonta, Cologno, Guglielmi 2, Foscari (L). All.: Motta e Ouarga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1: Busnago fa bottino pieno al PalaBocchi, l'ATA Trento deve accontentarsi di un set

TrentoToday è in caricamento