menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley, la Diatec non molla la semifinale

La banda di Rado Stoytschev espugna il Palapanini 1-3 e riporta la serie di semifinale sul 2-1. Gara quattro si giocherà tra le mura amiche del Palatrento lunedì 25 aprile

Straordinaria impresa della Diatec Trentino al PalaPanini in gara 3 di semifinale Play Off Scudetto UnipolSai 2016. Di fronte ad oltre 5.000 spettatori pronti a far partire la festa per l’eventuale vittoria della DHL e conseguente qualificazione alla Finale Scudetto, la squadra Campione d’Italia ha ribadito tutta la propria classe, carattere e capacità assicurandosi per 3-1 l’incontro e riportando la serie al PalaTrento per gara 4 di lunedì 25 aprile.

Il primo e forse più ghiotto match ball in favore degli emiliani per chiudere il conto è stato annullato offrendo una prova ai confini della realtà, commovente per dedizione e volontà e tremendamente pratica: solo in questa maniera si poteva pensare di violare l’impianto geminiano, riscattando le prime due sconfitte della serie e rialzando le proprie quotazioni.

Il secondo posto in CEV Champions League conquistato domenica sera a Cracovia è stato quindi immediatamente trasformato in energia positiva dalla squadra di Stoytchev, che per vincere si è affidata, come il tecnico aveva anticipato prima della gara, ad alcune sostanziali ed importanti novità – evidentemente in grado di scompaginare le carte in tavola a Modena.

Con l’intera coppia di opposti non al meglio, il tecnico bulgaro ha infatti utilizzato Kaziyski nel ruolo di opposto, proponendo Antonov e Van de Voorde a completare i reparti di posto 4 e posto 3. La mossa ha sortito gli effetti desiderati, perché Matey ha dimostrato di essere ancora una volta un fuoriclasse immenso (18 punti col 42% che gli rendono solo in parte il merito che invece ha avuto in questa occasione), ben spalleggiato proprio dall’italo-russo (prezioso in tutti i fondamentali) e dal centrale belga (4 muri con l’88% in primo tempo).

Il successo è arrivato poi anche grazie alla splendida prestazione offerta in regia da Giannelli (premiato mvp) e dalla consistenza gialloblù mostrata fra muro e difesa dove Solé e Colaci hanno saputo davvero esaltarsi. Di fronte ad una Diatec Trentino così energica, Modena ha sofferto in attacco e a muro, pagando a caro prezzo la serata negativa di Ngapeth e quella troppo nervosa di diversi suoi elementi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 1 decesso e +133 nuovi contagi

  • Cronaca

    Scialpinista travolto da una valanga: elisoccorso in volo

  • Attualità

    Come passare in zona bianca e cosa si può fare

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento