Lunedì, 15 Luglio 2024
Sport San Giuseppe / Via Roberto da San Severino

La Fersina travolge il Trento. Per i gialloblù l'Eccellenza è a un passo

La squadra allenata da Roberto Cortese supera i gialloblù per 4 reti a 1. I perginesi sono ad un passo dalla salvezza matematica, per la società di via San Severino è prossimo il baratro della retrocessione

La Fersina praticamente salva, il Trento praticamente retrocesso. L’avverbio volutamente ripetuto lo scriviamo solo perché la matematica ancora non concede giudizi definitivi. In ogni caso la vittoria per 4 a 1 dei perginesi condanna i gialloblù all’Eccellenza e regala ai perginesi un’altra stagione in serie D. Il terreno di gioco del Comunale di Vigalzano è a dir poco imbarazzante.  Iniziano bene gli ospiti con un’incursione sulla sinistra di Mammetti che al terzo invece di crossare cerca la conclusione da buona posizione. Il Trento fatica a prendere le misure ai padroni di casa che controllano senza troppi affanni il gioco della formazione allenata da Roberto Cortese. Ci pensa De Zerbi al 15esimo a impensierire l’estremo di casa con un calcio di punizione dai 25 metri indirizzato sotto l’incrocio dei pali. Ottimo l’intervento di Chimini. Sulla susseguente azioni di contropiede Crinelli si presenta a tu per tu con Sforzin che dentro l’area di rigore riesce ad anticiparlo di un soffio. Il match è vibrante e cinque minuti più tardi è Alberti sul fronte opposto a impegnare il numero uno della Fersina in uscita bassa. Al 25esimo è invece Diana a risolvere una mischia a non più di cinque metri dalla propria porta. Al 35esimo ecco il vantaggio della Fersina: Lleshi anticipa secco Wang e lascia partire un rasoterra, di certo non imparabile, che si infila alla sinistra di uno Sforzin assolutamente corresponsabile. Il Trento riesce a rendersi pericoloso solo su calcio di fermo con De Zerbi anche al 40esimo impegna Chimini bravo a deviare in angolo. Lo stesso Chimini si supera un minuto più tardi su Wang che prova dai 20 metri. Nel secondo tempo pronti via ed ecco il pareggio, meritato, dei giallobù. Lancio di Mazzettto, Crinelli buca l’intervento e Alberti appena entrato in area lascia partire un diagonale imparabile. Il Trento prende coraggio e avanza il proprio raggio d’azione di una ventina di metri, la squadra di Cortese imposta invece il gioco sulle ripartenze. Proprio nel momento migliore degli aquilotti, quando correva il 23esimo, ecco invece arrivare il raddoppio dei padroni di casa con Fiorazzo che salta agilmente Nieddu, mette in mezzo e Panizza non ha alcuna difficoltà a trafiggere Sforzin. I gialloblù cercano subito il pareggio ma Alberti spara contro Chimini, un minuto più tardi è invece Pancheri a salvare sulla linea di porta dopo un tap in di Aquaro. Al 44esimo ecco il tris dei gialloneri con Donati che segna su azione susseguente calcio d’angolo. Ma non è finita: a tempo scaduto arriva infatti l’eurogol di Micheli che da 35 metri la mette sotto il sette. Il Mezzocorona torna da Sant’Angelo Lodigiano con una vittoria per due a uno che difficilmente potrà bastare per salvarsi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fersina travolge il Trento. Per i gialloblù l'Eccellenza è a un passo
TrentoToday è in caricamento