menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Bitumcalor per il sorpasso, nervosismo in casa Brescia

Comunque vada saranno un paio d'ore di grande sport. Il PalaTrento è infatti pronto a ruggire per la Bitumcalor che affronterà domani sera, palla a due alle 20.45, la Centrale del Latte Brescia per gara 3 delle semifinali play off

Comunque vada saranno un paio d’ore di grande sport. Il PalaTrento è infatti pronto a ruggire per la Bitumcalor che affronterà questa sera, palla a due alle 20.45, la Centrale del Latte Brescia per gara 3 delle semifinali play off. Il punteggio della serie è sull’uno a uno in virtù della sconfitta subita dai bianconeri al PalaSanFilippo domenica scorsa e della meravigliosa vittoria ottenuta invece martedì al termine di quaranta minuti da cardiopalma. Ora i ragazzi allenati da Maurizio Buscaglia avranno addirittura la chance di chiudere la serie in casa visto e considerato che si tornerà di nuovo in campo domenica, alle 18.15, ancora una volta in via Ghiaie. Ricordiamo che in caso di parità eventuale gara 5 si disputerà invece a Brescia martedì prossimo alle 20.30. Questo perché i lombardi hanno concluso la regular season in una posizione migliore rispetto all’Aquila. L’entourage della Centrale del Latte ha davvero faticato a digerire, sempre che ci sia riuscito definitivamente, la sconfitta subita tra le mura amiche e il nervosismo è emerso soprattutto dalle parole del presidente Matteo Bonetti. Proprio il numero uno dei bresciani ha infatti addossato alla conduzione arbitrale di gara 2 la completa responsabilità del passo falso. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il coach Alberto Martellossi che ha avuto da ridire soprattutto sul mancato fischio per un ipotetico quarto fallo di Bj Elder. Peccato che proprio all’americano di Trento, qualche minuto prima, fossero stati fischiati dei falli che neppure nei settori giovanili vengono segnalati. Il tutto senza dimenticare che sul parquet bresciano, sempre in gara 2, hanno continuato a litigare tra loro i due compagni a stelle e strisce Jenkins e Giddens. Insomma il nervosismo è di casa alla Centrale del Latte e non potrebbe essere diversamente visto e considerato che i super favoriti per il passaggio del turno sono proprio loro. Almeno sulla carta. Infatti la Bitumcalor sta dimostrando di potersela giocare assolutamente alla pari e questo evidentemente ha fatto saltare qualche equilibrio, forse già precario, tra le fila dei lombardi. Se si saranno ricompattati lo vedremo domani sera (oggi per chi legge) quando oltre a trovarsi di fronte un’Aquila galvanizzata e in forma dovranno vedersela anche con il pubblico che affollerà le tribune del PalaTrento. Si attendono tra i 3500 e i 4000 supporters, saranno circa 300 gli ospiti, pronti a spingere capitan Forray e compagni verso l’ennesima impresa stagionale. Dopo la conquista della coppa Italia, la qualificazione ai play off, il secco 3 a 0 imposta a Barcellona, superare l’ostacolo Brescia vorrebbe dire avere un piede e mezzo in A1. Non è fantascienza: raggiungere la finale infatti farebbe aumentare a dismisura le possibilità di un eventuale ripescaggio anche in caso di sconfitta. Prima di pensare però a queste situazioni “extra campo” la Bitumcalor ha una grandissima voglia di continuare a sognare e vincere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Cosa cambia dal 26 aprile

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Viadotto dei Crozi, nuova viabilità di cantiere dal primo maggio

  • Attualità

    Coronavirus, le regole del week end

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento