menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, spareggi serie D: un brutto Trento perde 2 a 1 in trasferta

La squadra allenata da Marco Melone dovrà quindi vincere domenica prossima al Briamasco, ricordiamo che i gol segnati in trasferta valgono doppio modello coppe europee, per potersi garantire la promozione

Un gran brutto Trento torna dalla trasferta di San Salvatore di Cogorno sconfitto per due reti a uno. La squadra allenata da Marco Melone dovrà quindi vincere domenica prossima al Briamasco, ricordiamo che i gol segnati in trasferta valgono doppio modello coppe europee, per potersi garantire la promozione in serie D. E’ assolutamente necessario sottolineare come il risultato maturato in Liguria vada stretto al Vallesturla che ha colpito anche una traversa e un palo oltre ad aver mantenuto il pallino del gioco per quasi tutti i novanta minuti di gioco. Da evidenziare che il Trento nel match di ritorno dovrà fare a meno di tre giocatori fondamentali come Ferrarese, Lucena e La Vecchia, tutti in diffida e ammoniti.

I gialloblù non riescono a recuperare Morano, tassello fondamentale della difesa aquilotta, e provato dal tecnico Marco Melone sino all’ultimo secondo. Al posto del centrale campano Pancheri viene retrocesso insieme a Wang, Vitti e Casagrande per comporre la linea a quattro davanti all’estremo Sforzin.  In mezzo al campo spazio a Paissan affiancato da Lucena, La Vecchia e Gattamelata mentre Marzocchella e Ferrarese si sistemano in attacco. Sul campo di San Salvatore di Cogorno, davanti ad almeno un centinaio di supporters gialloblù,  si assiste ad  un  primo tempo molto particolare con i padroni di casa che sono andati sotto di una rete proprio quando sembravano tenere saldamente le redini del gioco e con il Trento che si è fatto raggiungere quando pareva aver preso le misure ai liguri. Fatto sta che al quinto è subito il Vallesturla a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa di Ranieri che si spegne sulla parte esterna della rete.
 
Trascorre un quarto d’ora e sono ancora i padroni di casa ad avvicinarsi all’uno a zero con Mazzei che, da solo in mezzo all’area a non più di dieci metri dalla porta del Trento, fallisce clamorosamente calciando alto. E proprio quando i neroverdi stavano producendo il massimo sforzo ecco il vantaggio del Trento con un meraviglioso assist in verticale di Ferrarese per Marzocchella che supera con un pallonetto Chinchio. I liguri comunque non mollano e dopo solo cinque minuti riescono a trovare il meritato pareggio grazie a Mazzei che raccoglie un assist di Ranieri su calcio d’angolo e, tutto solo  nell’area piccola,  trafigge Sforzin. Il primo tempo si conclude con il Vallesturla che continua a controllare la partita senza eccessivi sforzi. Nella seconda frazione di gioco le squadre tornano in campo con gli stessi undici e dopo quattro minuti è ancora Mazzei a trovare la via del raddoppio con una rete molto simile alla prima: cross rasoterra dalla sinistra di Firenze, il portiere del Trento fermo immobile sulla linea di porta, e tap in vincente dell’incontenibile trequartista. Non pago lo stesso Mazzei al decimo centra l’incrocio dei pali con i gialloblù in totale apnea, a conferma dello stato di confusione degli aquilotti arriva anche la sostituzione di Melone che al ventesimo rinuncia ad una punta, Marzocchella, per inserire Morano non in perfette condizioni. Il Vallesturla continua comunque a fare ciò che vuole sbagliando troppo con Bignami prima e Firenze poi, alla mezz’ora è ancora Mazzei che con un tiro al volo dalla destra colpisce il palo grazie alla deviazione decisiva di Sforzin. La partita si trascina sino al triplice fischio finale con il Trento che sembra accontentarsi della sconfitta con un solo gol di svantaggio. Il che è tutto dire. 
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento