menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clamoroso passo falso del Trento che perde 5 a 2 a Termeno

Una sconfitta che non fa male alla classifica ma che certamente resterà negli annali. I gialloblù di Melone nell'ultimo turno sono stati letteralmente asfaltati da un Termeno alla disperata ricerca di punti salvezza

Una sconfitta che non fa male alla classifica ma che certamente resterà negli annali del Calcio Trento. I gialloblù allenati da Marco Melone nell’ultimo turno sono stati letteralmente asfaltati da un Termeno alla disperata ricerca di punti salvezza: cinque a due il risultato finale a favore degli alto atesini. 

In vantaggio dopo soli sette minuti con Pichler, i padroni di casa sono stati raggiunti tre minuti più tardi da Pancheri, al 29esimo gli aquilotti hanno addirittura messo la freccia grazie a Marzochella, poi però la luce si è spenta. Ed ecco allora arrivare una tripletta di Pfitscher e il quinto sigillo di Kaptina. La società di via San Severino è comunque ormai certa matematicamente del secondo posto in classifica, in virtù del pareggio per due a due tra Albiano e Mori. Grazie alla storica vittoria sul Trento il Termeno ha invece raggiunto la tanto agognata salvezza ai danni della Vallagarina, prossima avversaria dei gialloblù. 
 
“Siamo tutti molto arrabbiati- attacca Gianni Petrollini, direttore sportivo degli aquilotti- non possiamo accettare una prestazione del genere. E’ vero che i ragazzi possono avere delle attenuanti, su tutte il malore che ha colpito alla fine del primo tempo il nostro difensore centrale Morano, malore che ha davvero colpito i calciatori”. In effetti l’atleta campano è letteralmente svenuto al 45esimo, fortunatamente si è trattato di un semplice calo degli zuccheri. Il direttore continua: “Anche la matematica certezza di aver raggiunto il secondo posto in classifica ha influito e non poco sullo spirito con cui la squadra è scesa in campo, in ogni caso non accetteremo più comportamenti del genere”.
 
Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’allenatore Melone: “Solo ora riesco ad analizzare il match con un po’ più di lucidità, credetemi a caldo ero davvero arrabbiatissimo. Avevamo preparato il match con la stessa serietà e attenzione di sempre non riesco ancora a capire cosa possa essere accaduto. E’chiaro che se dovessero ripetersi situazioni analoghe interverremo con forza dal  punto di vista societario, il Trento non può prendere cinque gol a Termeno, con tutto il rispetto per i nostri avversari protagonisti di una prova davvero maiuscola. Ora affronteremo il Vallagarina e pretendo che i ragazzi tornino ad essere quelli che hanno fatto divertire i nostri tifosi per tutto il girone di ritorno, altrimenti arriveremo agli spareggi interregionali con molto meno certezze, soprattutto psicologiche”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cucciolo di orso trovato morto sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, i dati del 6 maggio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento