menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Christian Merli alla Trento-Bondone, foto Claudio Mosna

Christian Merli alla Trento-Bondone, foto Claudio Mosna

Trento-Bondone: dopo 48 anni torna a vincere un trentino

Christian merli, finalmente, come Antonio Zadra nel 1970. Il pilota di Fiavè conquista "la gara di casa" in un anno ricco di vittorie

Era il grande favorito di questa 68esima Trento-Bondone, e Christian Merli ha mantenuto la promessa infrangendo un tabù, una sorta di "maledizione" che da 48 anni teneva i piloti trentini lontani dal primo gradino del podio. Dopo  quasi mezzo secolo un pilota trentino torna a vincere la corsa automobilistica trentina per eccellenza. 

"La gara di casa" come l'ha definita, emozionatissimo, il pilota di Fiavè: 17,3 chilometri in salita  dal viadotto Montevideo fino a Vason. Una vitttoria con un valore personale impagabile, che arriva dopo la grande soddisfazione  della vittoria nel Campionato Europeo della  Montagna in Germania e quella della 57esima Coppa Paolino Teodori di Ascoli.

Merli a bordo della sua Osella FA 30 Zytek LRM ha percorso il tracciato in 9' 21" 53, un tempo lontano dai 9 minuti uasi netti (9' 00" 52) di Simone Faggioli, quest'anno assene per concomitanza con una  gara negli USA,, che l'anno scorso stabilì il record della Trento-Bondone. Un tempo comunque sufficiente a vincere la competizione trentina 48 anni dopo  Antonio Zadra, ultimo trentino a trionfare nel 1970. Parla trentino anche il terzo gradino del podio con Diego Degasperi, mentre il secondo posto è dell'orvietano Michele Fattorini. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento