Al via il Giro del Trentino Alto Adige Femminile Internazionale

Sarà una cronosquadre ad aprire la 20esima edizione del Giro del Trentino Alto Adige Internazionale Femminile. La prima delle due semitappe in programma sabato prossimo

Sarà una cronosquadre ad aprire la 20esima edizione del Giro del Trentino Alto Adige Internazionale Femminile. La prima delle due semitappe in programma sabato prossimo, infatti, sarà una prova contro il tempo a squadre che porterà le atlete da Revò fino a Lauregno (paese di lingua tedesca dell’Alta Val di Non), in nome del tradizionale sconfinamento in provincia di Trento. A completare la prima giornata di gara, sempre sabato, dopo la cronosquadre Revò-Lauregno, sarà una frazione di 88,6 chilometri che partirà ed arriverà in Piazza San Giovanni a Termon di Campodenno, paese della Val di Non dove è nata e risiede Rossella Callovi. L’arrivo di tappa è stata fortemente voluta dall’amministrazione comunale di Campodenno per omaggiare la propria campionessa, iridata tra le juniores nel 2009 a Mosca ed ora in ripresa dopo i problemi fisici che l’hanno tenuta per un intero anno – il 2012 – lontana dalle corse. Dopo la semitappa di sabato,  il 20esimo Giro del Trentino Internazionale si chiuderà domenica con una frazione all’insegna dello spettacolo. Spettacolare ,in primis, sarà la location di partenza della tappa conclusiva: ad ospitare le operazioni preliminari e il via della corsa sarà infatti il Santuario di San Romedio. Proprio dal Santuario, alle 14.25,la carovana muoverà verso il “chilometro zero” posto a Sanzeno, da dove verrà dato lo start ufficiale (14.30), con successivo transito da Dambel e immissione sull’ondulato circuito finale di Sarnonico, con passaggi anche sul territorio dei comuni di Cavareno e Romeno. Saranno cinque i giri del circuito da percorrere per una frazione che misurerà complessivamente 103,8 chilometri. Una manifestazione quindi molto interessante con gli occhi puntati sul talento emergente Elisa Longo Borghini capace, lo scorso anno, di conquistare un sorprendente bronzo ai Mondiali e quest’anno di chiudere in testa una gara di Coppa del Mondo a Cittiglio. La Borghini una settimana fa ha invece ottenuto il secondo posto all’Emakumeen Bira, classica corsa a tappe spagnola vinta dalla svedese Emma Johansson, che ha preceduto l’azzurra di 38’’ e che si candida quindi per un ruolo da assoluta protagonista anche al Giro del Trentino. Sempre in terra spagnola si è classificata terza in classifica generale la statunitense Evelyn Stevens, anche lei al via sabato nella nostra provincia. Tornando alle azzurre c’è grande interesse per la prova della pluricampionessa italiana della BePink Noemi Cantele, seguita a ruota dalle iridate del 2007  e 2009 Marta Bastianelli e Tatiana Guderzo, senza dimenticare l’altra giovane terribile Rossella Ratto

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento