menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La "classica" finisce al tie break: Trento batte Cuneo 3 a 2

Un successo che riscatta il passaggio a vuoto di mercoledì sera contro lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle (nuovamente avversario dei gialloblù giovedì sera in Polonia) e che permette un ulteriore allungo in campionato

Lo scontro al vertice del decimo turno di Serie A1 Sustenium premia l’Itas Diatec Trentino, capace di superare per al tie break i rivali di sempre della Bre Banca Lannutti Cuneo al termine di una sfida che, come da pronostico, ha regalato grandi emozioni e momenti di altissima pallavolo sino all’ultimo scambio.

Per la formazione di Radostin Stoytchev è un successo di rilievo, che riscatta il passaggio a vuoto di mercoledì sera contro lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle (nuovamente avversario dei gialloblù giovedì sera in Polonia) ma che permette al tempo stesso l’ulteriore allungo in cima alla classifica del campionato: Kaziyski e compagni guidano infatti ora la graduatoria con due punti su Macerata, vittoriosa 3- 0 a Padova, e  tre sulla stessa Cuneo. A tre giornate dalla conclusione del girone d’andata un piccolo ma significativo passo verso il titolo di campione d’inverno e soprattutto verso la testa di serie numero uno nella griglia dei quarti di finale di Coppa Italia 2012 è stato quindi compiuto.
 
Davanti ai quasi quattromila spettatori presenti al PalaTrento e a quelli della guest star della giornata Marco Melandri (il motociclista è stato protagonista nel pre-partita di un simpatico scambio casco-maglietta Itas Diatec Trentino con capitan Kaziyski) i padroni di casa sono quindi tornati subito sui propri livelli di gioco e lo hanno fatto sin dal primo parziale, mettendo Cuneo spalle al muro per almeno due set, trascinati dalla qualità del proprio servizio (5 dei tredici ace totali sono arrivati solo nel periodo d’apertura) e dalla continuità della propria palla alta.
 
Cuneo ha dimostrato carattere da grande squadra fra terzo e quarto set, quando trascinata dall’ex Vissotto (alla fine 26 punti con 4 ace e due muri) aveva fatto segnare i punti della rimonta. Il tie break è stato poi condotto dai piemontesi sino al 5-8 prima che Kaziyski e Djuric si scatenassero mettendo la parola fine al match.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento