Xmotors al Rally di San Martino: c'è anche il primierotto Tavernaro

Le temperature sono scese in questo inizio Settembre ma non in casa Xmotors con l'arrivo di un weekend molto caldo, diviso su due fronti.
Al Rally San Martino di Castrozza, appuntamento in programma per i prossimi 8 e 9 Settembre valido per il Campionato Italiano WRC, saranno due gli equipaggi schierati dal sodalizio, capitanato da patron Stefan, con base a Montebelluna: Walter Tavernaro, in coppia con Luca Silvi, sulla Subaru Impreza STI N14 e Roberto Scopel, affiancato da Manuel Menegon, sulla Renault Clio R3.
Per il pilota della trazione integrale giapponese, curata sul campo da Team Autocar, si tratterà della gara di casa, la prima stagionale dopo tanti anni di militanza in casa Lancia e Mitsubishi.
 
“Sono di Imer” – racconta Tavernaro – “quindi dire che è la gara di casa è abbastanza scontato visto che la speciale di Gobbera attraversa il mio paese. Con la Subaru è la prima uscita ma ci è stata consigliata in quanto vettura molto divertente. Non pensiamo al risultato, siamo qui per divertirci e per far divertire. Ci sono già abbastanza piloti, forti, che partono per vincere.”
 
Se l'obiettivo del driver trentino è quello di dare spettacolo di fronte al pubblico di casa ben diverse sono le ambizioni del portacolori di Xmotors in casacca Renault, che proprio dal San Martino di Castrozza tenterà una difficile scalata alla Michelin Rally Cup di categoria.
 
“Il Rally di San Martino mi piace davvero molto” – racconta Scopel – “perchè è caratterizzato da prove molto tecniche, che si adattano al mio stile di guida. Dopo il bel risultato ottenuto a Giugno, al Rally della Marca, abbiamo deciso di iscriverci alla Michelin Rally Cup. Se faremo bene qui in Trentino andremo anche a Como, per cercare di portare a casa qualcosa di buono. Un particolare ringraziamento, di cuore, lo voglio fare a Manuel Menegon, a Francesco Stefan ed Ivan Agostinetto perchè, se torno al volante, è quasi tutto merito loro.”
 
Stessi giorni, 8 e 9 Settembre, ma sapore dal deciso gusto internazionale per Federico Laurencich che, in coppia con Emanuela Florean, si presenterà ai nastri di partenza della sesta edizione del Rally Nova Gorica, in terra slovena.
Per il driver friulano, un “abituè” su queste speciali, ci sarà ad aspettarlo la Ford Fiesta R5, gestita in gara da RB Motorsport, iscritta per i colori di Gorizia Corse.
 
“Il Nova Gorica è la mia gara di casa” – racconta Laurencich – “alla quale ho staccato il cartellino di presenza alla prima edizione del 2012, quando era ronde, e nel 2015. Dopo sette anni di gare con la Clio R3 ci presentiamo, per la prima volta, con la Fiesta in versione R5. Si parla di oltre una decina di vetture al via in questa classe, con piloti provenienti da varie parti d'Europa. Il nostro intento è quello di trovare il maggiore feeling possibile con la vettura.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • M49 e JJ4: online la mappa per sapere dove sono

  • Dopo il caldo arrivano i temporali (anche forti): le previsioni per il weekend

  • 'Carne coltivata', è trentina l'unica azienda a occuparsene in Italia

  • Via Belenzani "bombardata": ecco le foto (ed il motivo)

  • Covid: tre dipendenti contagiati, albergo in "quarantena"

  • Migliaia di metri cubi di fango, roccia e alberi franano in valle: intervengono protezione civile e vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento