Sport

Tabarelli vuole la doppietta nell'Irc Cup

Archiviata una stagione da sogno il portacolori di Pintarally Motorsport tenta l'assalto a quell'International Rally Cup che lo vide già vincitore del produzione nel 2011.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Portoferraio (Li), 16 Aprile 2015 - Che il 2014 sia stata un'annata tanto da incorniciare quanto difficilmente replicabile è assodato ma non per questo Daniele Tabarelli ha smesso di sognare in grande ed infatti, a partire dal prossimo fine settimana, l'alfiere di Pintarally Motorsport si lancierà all'inseguimento del titolo IRC Cup 2015.

Un terreno di caccia ben conosciuto dal driver trentino, già trionfatore tra le vetture di produzione nel 2011, che scenderà in campo con una rivitalizzata Mitsubishi Lancer Evo IX, in completa configurazione R4, come sempre seguita dallo staff di G. Car Sport.

"Se mi guardo alle spalle il 2014 rimarrà per sempre uno degli anni più belli della mia carriera" - racconta Tabarelli - "e ne parlo così perchè spero che il futuro possa riservarmi altre belle sorprese come quelle vissute nella passata stagione. Ma è tempo di guardare avanti ed assieme alla Pintarally Motorsport abbiamo deciso di tornare a calcare le bellissime speciali che compongono i vari round dell'International Rally Cup, una delle serie più affascinanti e seguite di tutt'Italia. Grazie ai ragazzi di G. Car Sport abbiamo portato la Lancer alla massima evoluzione possibile nell'ambito del regolamento R4 compreso il tanto desiderato cambio sequenziale. È un peccato poterlo provare solamente nello shakedown ma siamo particolarmente curiosi di vedere a che livello di competitività sia arrivata la vettura dopo l'intensa cura ricevuta nella pausa invernale".

Il primo atto dell'International Rally Cup targato 2015 andrà in scena in un vero e proprio paradiso rallystico: il Rally dell'isola d'Elba che quest'anno spegne l'ottantesima candelina di una storia divenuta ormai leggenda.

Che si tratti di uno dei campionati di maggiore interesse a livello nazionale lo conferma il parco partenti di lusso con ben altre cinque vetture di classe R4 pronte a dare battaglia condotte da piedi pesanti quali Belli, Paccagnella, Strada, Riccardi e Mannoni ovvero i migliori interpreti in circolazione senza dimenticare i grandi favoriti del produzione quali Fiorese e Soppa.

Per non lasciare nulla al caso in virtù di un calendario particolarmente ristretto, con soli quattro round previsiti (Elba, Taro, Casentino e Valli Cuneesi), l'esperienza di Mauro Marchiori tornerà a recitare un ruolo fondamentale al fianco del pilota trentino con il chiaro intento di bissare il successo centrato nell'edizione 2011 del trofeo.

"Il pacchetto è ben conosciuto e collaudato" - aggiunge Tabarelli - "e la rinnovata sinergia con Pintarally Motorsport, il supporto tecnico di G. Car Sport e l'esperienza di Mauro Marchiori saranno tasselli fondamentali per dare il massimo in ognuno dei quattro impegni previsti dal calendario. Partiamo con l'Elba che è l'unica gara che non abbiamo mai affrontato mentre le rimanenti sono a noi più familiari e ci fanno ben sperare per l'obiettivo che ci siamo prefissati. Tornare dopo sette mesi in una delle competizioni più affascinanti e dure d'Italia non è di certo una passeggiata. Già i due passaggi notturni del Venerdì sera saranno in grado di delineare le forze in campo perchè andremo ad affrontare ben 40 chilometri di speciale. Staremo a vedere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabarelli vuole la doppietta nell'Irc Cup

TrentoToday è in caricamento