Sport

Rally: Tabarelli torna a brillare al "Bellunese"

La gara test che anticipa il secondo round dell'International Rally Cup 2015 si chiude con la vittoria di classe, il terzo posto di gruppo ed il quarto assoluto.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Santa Giustina (Bl), 26 Maggio 2015 - Seppure il quarto posto conquistato nella classifica assoluta sia comunque da incorniciare, visto il parco partenti di primo livello in campo, il risultato raggiunto da Daniele Tabarelli al Rally del Bellunese non esprime il reale potenziale che il portacolori di Pintarally Motorsport ha dimostrato nell'arco della giornata.

Per lunghi tratti sul terzo gradino del podio, con la possibilità di tentare l'assalto alla seconda piazza della generale, Tabarelli ha lamentato qualche piccola noia che ne ha frenato il passo precludendogli un risultato di maggior prestigio.

Nonostante questo i riscontri giunti dalla trasferta a Santa Giustina risultano essere decisamente confortanti in vista del prossimo, imminente, impegno nell'International Rally Cup 2015: il Rally Internazionale del Taro.

"Siamo molto contenti del lavoro svolto al Bellunese" - racconta Tabarelli - "perché pur essendo vero che quando si è in gara si cerca di dare il massimo in ogni condizione il nostro reale intento era quello di percorrere quanti più chilometri possibili, con il Taro oramai alle porte, e di testare le nuove soluzioni di assetto che abbiamo portato in gara per capire se stiamo seguendo la direzione giusta. Direi che il risultato che ne è conseguito possa essere la conferma di tutto ciò pertanto siamo pronti per ripartire alla caccia del titolo nell'IRC Cup".

Affiancato per la prima volta da Daniel Taufer, alla guida della Mitsubishi Lancer Evo IX R4 rivitalizzata, Tabarelli parte molto concentrato ma, a due chilometri circa dal termine del primo crono, l'anteriore destra si stallona rallentandone la marcia.

A Cesio il trentino lamenta problemi di stabilità, per via di gomme usate, con la trazione integrale nipponica che non vuole lasciarsi governare agilmente su di un fondo reso particolarmente insidioso dal fango.

Nonostante questo Tabarelli risale già, dopo due speciali, al terzo posto assoluto con un distacco di 1"1 da chi lo precede lasciando intravvedere ampi margini di miglioramento.

La seconda tornata di prove vede il pilota di Pintarally Motorsport staccare ottimi parziali, che gli permettono di seguire da molto vicino le più evolute vetture di classe R5, sino al sesto impegno di giornata dove un leggero calo di potenza cerca di allontanarlo dalla vetta.

Arginato il problema nella successiva service area, grazie all'impeccabile lavoro del team G. Car Sport coadiuvato per l'occasione da Bl Tecno, Tabarelli si lancia all'attacco del podio.

Inizia così il tour de force del trentino: quarto assoluto a Lentiai con 1"5 dal miglior parziale, secondo a cinque decimi sulla successiva Cesio e ancora quarto sulla conclusiva Valmorel non consentono l'aggancio al podio, sfumato per soli 3"6.

"Il risultato va oltre le nostre aspettative" - sottolinea Tabarelli - "in quanto la vittoria in classe, il terzo in gruppo ed il podio assoluto mancato per un soffio confermano la bontà delle nostre scelte. Grazie di cuore a Daniel Taufer, determinante grazie alla sua esperienza, e all'accoppiata G. Car e Bl Tecno che hanno lavorato in perfetta sinergia. Ora tutti al Taro".

(immagine a cura di Fotosport)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rally: Tabarelli torna a brillare al "Bellunese"

TrentoToday è in caricamento