rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Sport

SERIE C – Solo un pari per il Trento, ma arrivano ottimi segnali dalla sfida contro la Pro Patria

Finisce a reti bianche al Briamasco. Buona prova dei gialloblù

Al “Briamasco” il Trento impatta con la Pro Patria, al termine di un match vibrante e ben interpretato sia dai gialloblu che dalla compagine ospite. La sfida valevole per il 27esimo turno del campionato di serie C finisce 0 a 0 con la formazione di mister Tedino, che nel primo tempo centra il palo con Barison, che conquisa il nono risultato utile consecutivo, salendo a quota 34 in classifica, mantenendo tre lunghezze di margine sulla zona playout.

Un'azione con vista sulla curva

Nonostante le condizioni precarie del fondo dell’impianto di via Sanseverino, gli aquilotti hanno provato a “fare” la partita, trovando sulla propria strada una Pro Patria quadrata e organizzatissima che, non a caso, è la quarta forza del torneo.
Sabato prossimo si torna al “Briamasco”: alle 14.30 sarà kick off contro il Pordenone.
Mister Tedino si affida all’ormai collaudato “4-3-1-2” con Marchegiani a protezione dei pali e quartetto difensivo formato da Galazzini e Fabbri sulle corsie esterne con Barison e Garcia Tena in posizione centrale. A metà campo Suciu agisce da playmaker con Ballarini e Garofalo interni e capitan Pasquato completa il rombo, operando da trequartista alle spalle del tandem offensivo composto da Carletti e Petrovic.

Marco Ballarini-5

Il match sale subito di tono con le due formazioni che si affrontano a viso aperto, nonostante il fondo del “Briamasco” non permetta di fraseggiare con linearità. La prima occasione degna di nota arriva al 12’, quando il traversone di Galazzini è perfettamente indirizzato verso la testa di Garofalo, anticipato da un difensore al momento della deviazione da pochi passi. Boffelli spazza l’area, preoccupato dall’arrivo di Pasquato e Petrovic dopo giocata di Carletti (22’), mentre al 25’ si vede la Pro Patria con traversone dalla sinistra di Ndrecka, torre di Perotti e colpo di testa di Stanzani, che Marchegiani blocca senza problemi. Passano due minuti e il copione si ripete: questa volta il traversone di Ndrecka non trova compagni in area piccola e la difesa gialloblu allontana.

Cristian Pasquato-4

Azione fotocopia al minuto 37 con lo stesso protagonista, ma questa volta il pallone termina sul fondo. Si cambia fronte e il Trento costruisce la più nitida palla gol del match, sfiorando il vantaggio: corre il 39’ quando Pasquato disegna un piazzato dalla destra per la testa di Barison, che schiaccia di prepotenza con il pallone che tocca il palo alla destra dell’immobile Del Favero ed esce sul fondo. La prima frazione si chiude con altre due occasioni per i gialloblu: al 46’ Pasquato calcia potente dal limite dell’area, trovando l’opposizione in tuffo di Del Favero, mentre un minuto più tardi il piazzato “tagliato” dalla destra del numero dieci non viene raggiunto da tre giocatori gialloblu, che avevano ottimamente eluso la trappola del fuorigioco. Ad inizio ripresa mister Tedino manda subito in campo Attys al posto di Ballarini. Dopo un paio di traversoni insidiosi di Pasquato, al 53’ è la Pro Patria a rendersi pericolosa con conclusioni in rapida successione di Saporetti e Perotti, entrambe rintuzzate dall’attento Marchegiani. Entrano Sipos e Damian per Petrovic e Garofalo (61’) e, dopo una ripartenza in campo aperto stoppata dalla difesa della Pro Patria, al 69’ è la volta di Ferri, che entra in campo in sostituzione di Barison. Al 70’ occasione importante per la Pro Patria, con Citterio che vince un doppio rimpallo con Garcia Tena, entra in area in solitaria, ma viene murato ottimamente in uscita da Marchegiani. Il tecnico gialloblu getta nella mischia anche Terrani al posto di Carletti e, dopo una mischia in area ospite, nel finale le formazioni si allungano ma entrambi i portieri si limitano all’ordinaria amministrazione. Finisce 0 a 0: il Trento conquista il nono risultato utile consecutivo, sale a quota 34 in classifica e sabato prossimo (calcio d’inizio alle ore 14.30) ospiterà al “Briamasco” il Pordenone nel secondo impegno casalingo di fila.

Alessandro Fabbri-5

Il tabellino

TRENTO - PRO PATRIA 0-0 (0-0)
TRENTO (4-3-1-2): Marchegiani; Galazzini, Barison (24’st Ferri), Garcia Tena, Fabbri; Ballarini (1’st Attys), Suciu, Garofalo (16’st Damian); Pasquato; Petrovic (16’st Sipos), Carletti (27’st Terrani). A disposizione: Desplanches, Trainotti, Simonti, Semprini, Di Cosmo, Sangalli, Vitturini. Allenatore: Bruno Tedino.
PRO PATRIA (3-5-2): Del Favero; Molinari, Saporetti, Boffelli; Perotti (16’st Vaghi), Vezzoni, Bertoni, D. Ferri (42’pt Citterio), Ndrecka; Stanzani (16’st Pitou), Piu (40’st Chakir). A disposizione: Mangano, Nicco, Piran, Gavioli, Cassano, Zanaboni. Allenatore: Jorge Vargas.

ARBITRO: Zanotti di Rimini (Assistenti: Tesi di Lucca e Rinaldi di Pisa. IV Ufficiale: Drigo di Portogruaro).

NOTE: spettatori 1.050. Campo in cattive condizioni con fondo irregolare. Ammoniti Ballarini (T), Vaghi (PP), Molinari (PP) per gioco falloso, Saporetti (PP) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 2 a 2. Recupero 2’ + 3’.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SERIE C – Solo un pari per il Trento, ma arrivano ottimi segnali dalla sfida contro la Pro Patria

TrentoToday è in caricamento