Domenica, 14 Luglio 2024
Sport

SERIE C – Il Trento vuole ripetersi in trasferta

Il prossimo impegno è contro il Piacenza

Domenica pomeriggio, al “Garilli” di Piacenza (calcio d’inizio alle ore 14.30), il Trento vuole tornare a correre dopo la sconfitta di sabato scorso contro il Pordenone, che non ha comunque per nulla inficiato lo splendido girone di ritorno percorso dalla compagine di Bruno Tedino, capace d’inanellare 6 vittorie, 2 pareggi e 1 solo stop nelle 9 gare della fase discendente di torneo sin qui disputate.

Attualmente il Trento è 14esimo in classifica, in coabitazione con l’AlbinoLeffe, con 34 punti realizzati in virtù di 9 successi (contro Pro Vercelli, Pro Patria e Lecco all’andata, Juventus Next Gen, Pro Vercelli, Sangiuliano City, Mantova, Triestina e Renate al ritorno), 7 pareggi (contro Triestina, Arzignano Valchiampo, Piacenza, Pro Sesto e Novara all’andata, Arzignano Valchiampo e Pro Patria al ritorno) e 12 sconfitte (contro Juventus Next Gen, Sangiuliano City, Mantova, Renate, Pordenone, Pergolettese, Virtus Verona, Feralpisalò, L.R. Vicenza, Padova e AlbinoLeffe all’andata, Pordenone al ritorno), con uno score di 31 reti realizzate e 34 subite.
Il Piacenza occupa, invece, la 20esima posizione a quota 24 punti, per effetto di 5 successi (contro Mantova e Triestina all’andata, Pergolettese, Virtus Verona e Feralpisalò al ritorno), 9 pareggi (contro Virtus Verona, AlbinoLeffe, Juventus Next Gen, Trento, Padova, Novara e Vicenza all’andata, AlbinoLeffe e Pro Vercelli al ritorno) e 14 sconfitte (contro Pergolettese, Feralpisalò, Arzignano Valchiampo, Sangiuliano City, Pro Vercelli, Renate, Pordenone, Lecco, Pro Sesto e Pro Patria all’andata, Arzignano Valchiampo, Sangiuliano City, Juventus Next Gen e Renate al ritorno), con uno score di 31 reti segnate e 48 al passivo.

Così in campo.

Mister Tedino non potrà disporre degli infortunati Barison e Carletti, dello squalificato Ballarini e dei lungodegenti Brighenti, Osuji e Cazzaro. Sono 20 i giocatori convocati.

I nostri avversari.

Fondato nel 1919, il Piacenza Calcio ha al proprio attivo la partecipazione ad otto campionati di serie A tra il 1993 e il 2003 con la particolarità, sino al 2001, di aver sempre impiegato esclusivamente giocatori italiani.
Nel 2012, in seguito al fallimento, la società emiliana è ripartita dal campionato d’Eccellenza dell’Emilia Romagna con la denominazione Lupa Piacenza, riacquistando la denominazione Piacenza Calcio 1919 nel 2012.

Sulla panchina della formazione emiliana siede da inizio settimana il tecnico Manuel Abbate, promosso dalla formazione “Primavera”, che ha avvicendato Cristian Scazzola, subentrato a sua volta a stagione in corso a Manuel Scalise. 

Gli elementi di spicco dell’organico sono il portiere Timothy Nocchi (ex Juve Stabia, Carpi, Padova, Spezia e Perugia in serie B, ex Poggibonsi, Carrarese, Tuttocuoio, Juventus Next Gen, Catanzaro e Monopoli in serie C), i difensori Francesco Cosenza (ex Ravenna, Avellino, Ancona, Reggina, Pro Vercelli, Grosseto, Lecce e Alessandria in serie B, ex Novara, Melfi, Taranto, Pro Vercelli, Lecce e Alessandria in serie C) e Andrea Accardi (6 stagione - 3 in B e 3 in C - con il Palermo ed ex Trapani in serie B e Modena in serie C), i centrocampisti Juri Gonzi (ex Cuneo, Mantova, AlbinoLeffe in serie C: per lui 204 presenze e 22 reti in categoria) e Cazim Suljic (ex Crotone in serie A e già in C con Cuneo, Alessandria e Piacenza) e gli attaccanti Alessandro Cesarini, ex Spezia, Viareggio, Sorrento, Prato, Savona, Parma, Pavia, Reggiana, Robur Siena e Pistoiese in serie C, alla sua terza stagione in forza al Piacenza, Vincenzo Plescia (ex Gubbio, Renate, Vibonese, Avellino e Carrarese in serie C) e Claudio Morra (ex Pro Vercelli, Virtus Entella e Pordenone in serie B, ex Fidelis Andria, Savona e Pro Vercelli in serie C), autore di 8 reti in stagione.

I colori sociali sono il bianco e il rosso e la formazione emiliana disputa le gare casalinghe allo stadio “Leonardo Garilli” (capienza: 21.668 posti).

Gli ex della partita.

Due saranno gli ex del match. Si tratta de centrocampista gialloblù Marco Ballarini, che nella stagione 2020 - 2021 ha indossato la maglia del Piacenza, totalizzando 7 presenze impreziosite da 2 reti prima dello stop per un serio infortunio e l’attaccante piacentino Samuele Vianni, al Trento nella passata annata (24 presenze in campionato).

I precedenti.

Sono 17 i precedenti tra le due squadre allo stadio “Garilli, con un bilancio di 8 successi emiliani (l’ultimo per 2 a 0 nel torneo di serie C1 1990-91), 7 pareggi (l’ultimo, 0 a 0, nella sfida dello scorso anno) e 2 vittorie gialloblù (l’ultima per 2 a 1 nel campionato di serie C1 1982-83).

Così all’andata.

Il match d’andata, disputato lo scorso 23 ottobre allo stadio “Briamasco”, si concluse in parità, 2 a 2, con marcature trentine di Saporetti e Brighenti e reti emiliane a firma di Rossetti e Persia.

TRENTO - PIACENZA 2-2 (1-1)

TRENTO (3-4-2-1): Marchegiani; Ferri, Trainotti, Garcia Tena (1’st Galazzini); Ballarini, Cittadino (36’st Ruffo Luci), Damian, Fabbri; Saporetti (9’st Bocalon), Belcastro (36’st Ianesi); Brighenti (45’st Mihai).

A disposizione: Tommasi, Matteucci, Dalla Francesca, Scirè.

Allenatore: Bruno Tedino.

PIACENZA (4-5-1): Tintori; Frosinini, Nava, Masetti (23’st Cosenza), Capoferri (14’st Rizza); Munari, (14’st Lamesta - 41’st Biancheri) Palazzolo, Persia, Nelli, Gonzi; Rossetti (23’st Cesarini).

A disposizione: Rinaldi, Vivenzio, Zunno, Pezzola, Vianni, Conti, Onisa

Allenatore: Cristiano Scazzola.

ARBITRO: Iacobellis di Pisa (Assistenti: Marchese di Pavia e Chillemi di Barcellona Pozzo di Gotto. IV Ufficiale: Guiotto di Schio).

RETI: 12’pt Saporetti (T), 42’pt Rossetti (P), 7’st Persia (P), 12’st rigore Brighenti (T).

NOTE: spettatori 750 circa. Campo in buone condizioni. Giornata fresca. Ammoniti Damian (T), Brighenti (T), Masetti (P), Rizza (P) per gioco falloso, Bocalon (T) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 6 a 4 per il Trento. Recupero 0’ + 4’.

La terna arbitrale.

A dirigere la sfida tra Piacenza e Trento sarà Fabio Pirrotta, appartenente alla sezione di Barcellona Pozzo di Gotto, alla sua quinta stagione in Can C. Sino a questo momento ha diretto complessivamente 54 gare di campionato, 4 di Coppa Italia di serie C, 30 tra campionato e Coppa Italia “Primavera”.

Gli Assistenti saranno Veronica Martinelli e Marco Toce, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Seregno e Firenze, con Andrea Bortolussi - della sezione di Nichelino - nelle vesti di Quarto Ufficiale.

Il programma della 29a giornata.

Sabato 25 febbraio 2023.

Triestina - Juventus Next Gen (ore 14.30)

L.R. Vicenza - Sangiuliano City (ore 17.30)

Domenica 26 febbraio 2023.

Lecco - Arzignano Valchiampo (ore 14.30)

Novara - Padova (ore 14.30)

Piacenza - Trento (ore 14.30)

AlbinoLeffe - Renate (ore 17.30)

Pergolettese - Mantova (ore 17.30)

Pro Sesto - Pro Vercelli (ore 17.30)

Virtus Verona - Pro Patria (ore 17.30)

Lunedì 27 febbraio 2023.

Feralpisalò - Pordenone (ore 20.30)

La classifica.

Feralpisalò e Pro Sesto 50 punti; Pordenone 49; Lecco 48; L.R. Vicenza 47; Pro Patria 43; Renate 42; Arzignano Valchiampo 41; Juventus Next Gen 38; Novara 37; Padova 36; Virtus Verona e Pro Vercelli 35; AlbinoLeffe e Trento 34; Pergolettese 33; Sangiuliano City e Mantova 31; Piacenza 24; Triestina 23.

I convocati.

Portieri: Desplanches (2003); Marchegiani (1996).

Difensori: Fabbri (1990); Ferri (1991); Galazzini (2000); Garcia Tena (1995); Semprini (1998); Simonti (2000); Trainotti (1993); Vitturini (1997).

Centrocampisti: Attys (2001); Damian (1996); Di Cosmo (1998); Garofalo (1999); Sangalli (2002); Suciu (1990).

Attaccanti: Pasquato (1989); Petrovic (1999); Sipos (2000); Terrani (1994).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SERIE C – Il Trento vuole ripetersi in trasferta
TrentoToday è in caricamento