rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Sport

SERIE B – Südtirol, Arpili: «Lo sport un fondamento imprescindibile»

«Questo è il mio quindicesimo anno di lavoro nel calcio professionistico. Sono stato al Rimini i primi due anni, poi a San Marino, dove abbiamo vinto un campionato di C2 il secondo anno. Poi sono stato a Sant’Arcangelo, l’ultimo anno della vecchia C2, poi quattro anni all’Ascoli, quindi Genoa, Perugia, Pescara, Parma e adesso sono qui. Diciamo che ogni stagione mi ha lasciato tantissimi insegnamenti. Soprattutto quando le cose erano più complesse e dure sono arrivati i più grandi apprendimenti»

Il preparatore atletico del Südtirol Andrea Arpili ha rilasciato alcune dichiarazioni ai canali societari. Queste le sue parole:

«Per me lo sport è sempre stato un fondamento imprescindibile, perché vedo in esso la miglior metafora di vita che ci sia: superare le avversità considerando l’ostacolo come opportunità piuttosto che come problema. Vincere le difficoltà, vivere nel quotidiano insieme ad un gruppo di persone che persegue un obiettivo comune, lavorare quotidianamente per cercare di migliorarsi per me sono valori che costituiscono lo stile di vita che amo. Lo sport mi ha sempre appassionato e ho avuto il privilegio di intraprendere un percorso formativo finalizzato all’acquisizione degli strumenti utili per poter lavorare in ambito sportivo.
Questo è il mio quindicesimo anno di lavoro nel calcio professionistico. Sono stato al Rimini i primi due anni, poi a San Marino, dove abbiamo vinto un campionato di C2 il secondo anno. Poi sono stato a Sant’Arcangelo, l’ultimo anno della vecchia C2, poi quattro anni all’Ascoli, quindi Genoa, Perugia, Pescara, Parma e adesso sono qui. Diciamo che ogni stagione mi ha lasciato tantissimi insegnamenti. Soprattutto quando le cose erano più complesse e dure sono arrivati i più grandi apprendimenti. La cosa che ho imparato maggiormente è che tutto ciò che si fa, anche se con il massimo impegno, può essere costantemente migliorata e che i più grandi maestri sono sia le persone che lasciano il segno nel nostro cammino che gli errori che si possono commettere durante il percorso. Non mi reputo mai “abbastanza pronto”, il mio mantra è che ogni giorno bisogna mettere un tassello in più per migliorarsi, perché più si va avanti e più si è consapevoli di quanto è più grande il non sapere del sapere.
Ogni anno agonistico mi ha arricchito come persona e come professionista e questo tanto lo devo sia alle situazioni difficili che si possono vivere in carriera sia alle persone che ho incontrato e che hanno arricchito il mio bagaglio personale attraverso ciò che mi hanno trasferito. La stagione che ricordo con più affetto è quella trascorsa a Sant’Arcangelo. Eravamo una squadra veramente umile, non ci dava niente nessuno, lavoravamo in condizioni apparentemente disagiate, ma anche grazie a questo quel gruppo, formato da ragazzi veramente speciali, cresceva ogni giorno. Questo ci permise di raggiungere una promozione incredibile dalla C2 alla C unica. Quest’anno, per la prima volta in carriera, rivedo quelle stesse caratteristiche sia a livello umano che di “fame condivisa” nel voler raggiungere il traguardo principale che ci siamo posti. Posso affermare quindi che nell’FC Südtirol, a livello umano ci sono grandi valori e per me la priorità è proprio questa. Sono i valori umani a mio avviso a determinare quelli professionali. Rivedo una tipologia di squadra che ha uno spirito di nobiltà guerriera, c’è grande fratellanza, si combatte per il bene di difendere quello che c’è in questa splendida società.
Il Direttore, ad esempio mi ha trasmesso una cosa molto importante che mi è rimasta impressa: “per far sì che tutto funzioni ogni singolo individuo deve essere disposto a togliersi un pezzo di se’, del proprio ego e metterlo al servizio di un bene molto più grande di quello individuale, quello della squadra, quello della società”. È un valore sacrosanto ed è un caposaldo che ogni persona che lavora qui deve avere. Questo modo di essere non è assolutamente negoziabile. Questo ad esempio è un grande pregio per questa società. L’impegno costante e assoluto di tutti i componenti che ci lavorano, dai magazzinieri, a chi fa da mangiare, a chiunque altro ne faccia parte in ogni singolo reparto e settore. Se un sistema si evolve e cresce non lo fa solo con chi va in campo, ma grazie alla sinergia funzionale di tutti gli elementi, con tanta umiltà, dedizione, abnegazione, tantissimo spirito di sacrificio, di fratellanza e coesione, combattendo sempre per il bene comune.
L’Enneagramma nello sport” è un libro che ho scritto con Andrea Giannini per dare sfogo a quella che per me è una passione viscerale: lo sviluppo delle risorse umane. Enneagramma è lo studio della personalità e a me personalmente ha cambiato la vita. Grazie all'Enneagramma delle personalità rivisitato in chiave "biologica", si apprende perché ognj personalità è unica e come il nostro corpo è in grado di sviluppare differenti attitudini e potenzialità. Utilizzando questa nuova consapevolezza saremo in grado di ottimizzare la capacità di sfruttare il corpo nel rispetto delle proprie risorse e trovare l'opportunità di conoscere qualcosa di determinante su noi stessi. Ho sempre cercato di portare avanti in parallelo gli studi dell’ambito tecnico a quelli dello sviluppo del potenziale , proprio perché come ho già detto, mi rendo conto ogni giorno che è sempre più quello che non so di quello che so. Considerando lo sviluppo dell’uomo in parallelo a quello dello sportivo volevo capire quale fosse il comune denominatore che porta una persona ad esprimersi al meglio. Ho scoperto, dopo tanti percorsi formativi che l’enneagramma considera 9 personalità, ognuna unica e speciale perché ha proprie caratteristiche: ognuna ha i suoi calli dolenti, lacune soggettive, ma anche punti di forza importanti. Non esiste carattere migliore o peggiore, ogni tipo di personalità può esprimere la propria soggettiva essenza, imparando a conoscere se stesso, a sviluppare i propri talenti e ad affrontare i propri difetti in un processo di evoluzione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SERIE B – Südtirol, Arpili: «Lo sport un fondamento imprescindibile»

TrentoToday è in caricamento