rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Sport Oltrefersina / Via Fersina

Il Rugby Trento dice addio al campionato C1

L'annuncio su facebook: "Con rammarico dobbiamo comunicare che la prima squadra deve ritirarsi". Un paio di infortuni, alcuni giocatori trasferiti per studio e lavoro, la passione è tanta ma non sempre è facile tenere duo: ora si punta sulle giovanili

Due infortuni nelle prime linee, altri giocatori che hanno dovuto lasciare per motivi di lavoro e di studio: il rugby è uno sport duro e per tenere duro ci vuole molta passione. Questo sarebbe stato il primo anno del Rugby Trento in serie C1 ma ad un mese dall'avvio del campionato oggi, su facebook, è arrivato il triste annuncio:

"Con rammarico dobbiamo comunicare a tutti i nostri amici, simpatizzanti e tifosi che la nostra Prima Squadra è costretta a ritirarsi. La decisione, presa non certo a cuor leggero, è frutto di una situazione legata a problemi di numeri che si sono dimostrati più forti della forza di volontà e delle possibilità materiali di portare a termine un impegno diventato troppo grande per noi è per i nostri atleti. Diamo questa comunicazione con l'amarezza di chi, colpito duro in campo, rimane a terra e capisce che la botta stavolta è più forte delle altre e che la stagione è finita. Ma il nostro sport ci insegna che proprio in queste situazioni inizia un cammino nuovo, sicuramente più difficile, ma il cui fine ultimo è soltanto uno: rialzarsi per tornare in campo, per indossare di nuovo la maglia con la quale durante ogni allenamento, ogni partita, in questi anni, abbiamo vissuto momenti di gioia e, come succede oggi, di difficoltà."

Per chi non lo sapesse nel rugby i giocatori in campo sono 15, altri 7 in panchina, ma è bene essere in molti di più, anche il doppio, se possibile. I gialloblu hanno giocato in 17 per alcune domeniche, una situazione che si è fatta davvero dura. "Non saremmo più riusciti a garantire una squadra in grado di affrontare un campionato di C1 e purtroppo abbiamo dovuto scioglierla" spiega il general manager Lorenzo Cologna "adesso concentreremo le nostre energie sulle giovanili dove ci sono moltissime potenzialità, i ragazzi della prima squadra nel frattempo andranno in prestito alle altre squadre trentine, sperando in futuro di potersi nuovamente riunire". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rugby Trento dice addio al campionato C1

TrentoToday è in caricamento