Sport

PROMOZIONE – Il film del girone d'andata. Il terzo posto della giovane Alense

Medaglia di bronzo per i lagarini, tra sorprese e gradite conferme

ALA – Sorprende, neanche troppo a dire il vero, lo straordinario terzo posto dell'Alense. L'avvio del nuovo progetto inaugurato da mister Samir Hmidi ha dato linfa ai biancocelesti, che nel biennio Bertoncini sembravano essersi arenati prima che il Covid fermasse tutto e tutti.

Ma quest'anno la musica è cambiata. Per quanto visto finora, l'Alense si è mostrata come una delle formazioni meglio messe in campo tra le diciassette militanti in campionato. Un mix perfetto di gioventù ed esperienza, con le conferme dei senatori Simone Deimichei e Giacomo Debiasi, dei giovani Alberto Valentini e dei fratelli Trainotti, più l'innesto in attacco di Michele Filippini e di qualche giovane dalla “cantera” biancoceleste.

L'avvio stagionale è superlativo: dopo la vittoria in Coppa, i biancocelesti hanno incamerato tre rotonde vittorie in campionato prima dello stop interno contro il Borgo. Un'altra sconfitta, questa volta contro la Settaurense, ha fermato una striscia di quattro risultati utili consecutivi, tra cui la preziosa vittoria contro l'Aquila Trento in trasferta. I biancocelesti, poi, sono inciampati contro la Ravinense e contro la Bassa Anaunia, ma la reazione dei lagarini non si è fatta attendere. Con il Pinzolo e il Telve messi ko, i biancocelesti hanno perso sull'insidioso campo del Calceranica prima di battere il Fiemme tra le proprie mura amiche e poi di battere sonoramente il Rovereto capolista. 5-1 sul campo delle Zebrette, per concludere al meglio un interessante girone d'andata, dove i biancocelesti hanno sì mostrato degli errori di gioventù, ma hanno anche offerto prestazioni davvero convincenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PROMOZIONE – Il film del girone d'andata. Il terzo posto della giovane Alense
TrentoToday è in caricamento