menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paola Mora confermata presidente del Coni: "Periodo critico, rischio di abbandono dell'attività sportiva"

Il primo commento della rieletta presidente del Coni trentino ha messo in luce le forti criticità che il mondo dello sport sta attraversando in questo periodo, soprattutto a livello giovanile

Paola Mora confermata alla guida del Comitato Olimpico Nazionale Italiano del Trentino. La dirigente guiderà la sezione provinciale per il quadriennio olimpico 2021-2024. Il rinnovo del mandato è avvenuto al termine dell'assemblea elettiva che si è tenuta in sala Rusconi presso la Casa dello Sport nel complesso SanbaPolis. Paola Mora si è presentata come unica candidata al ruolo di presidente ed il Consiglio ne ha preso atto ratificandone la nomina con 46 voti su 51 presenti aventi diritto. Parallelamente alla confermata presidente hanno visto il rinnovo del mandato: Paolo Crepaz (23 voti), già vicepresidente vicario, Norbert Bonvecchio (46 voti), Massimo Eccel (46 voti), don Daniele Laghi (45 voti) e Lino Orler (42 voti) a rappresentare rispettivamente Federazioni Sportive Nazionali, atleti, tecnici, Enti di Promozione Sportiva e Discipline Sportive Associate. A completare l’assetto della Giunta le nomine in quota Federazioni Sportive Nazionali di due volti noti dello sport trentino: Cristina Bellante (11 voti), segretaria generale e direttrice sport del Comitato grandi eventi Nordic Ski Fiemme e Lorenza Campese (8 voti), già delegata provinciale per la Federazione Italiana Giuoco Handball (FIGH). A questi si aggiunge Massimo Bernardoni, ad oggi delegato regionale per il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), che il prossimo 20 marzo riceverà l’incarico di Presidente Regionale CIP dal relativo Consiglio.

Paola Mora è la prima donna dello sport italiano a coprire una carica di governo, in un territorio a forte vocazione sportiva. Due figli, laureata in Economia Politica all’Università di Trento è docente RCS Academy Business School. In età giovanile ha praticato diversi sport prima di dedicarsi a tempo pieno alla gestione dell’albergo di famiglia in Val di Ledro. Il suo percorso dirigenziale vede il rilancio dell’Associazione Vela Lago di Ledro ove ha ricoperto il ruolo di presidente per 18 anni. Vicepresidente del Comitato XIV Zona della Federazione Italiana Vela dal 2000 al 2008, dal 2010 al 2016 è stata vicepresidente del CONI Trento fino al momento della sua elezione al vertice, il 4 marzo 2017. Il 7 marzo 2019 ha lanciato l’Associazione Dirigenti Sportive Donne: Sport, Management, Leadership che ha tra i suoi obiettivi la diffusione della cultura sportiva, la parità di genere e la formazione delle dirigenti sportive.

«Accolgo questo secondo mandato confermando lo spirito di servizio – ha commentato a caldo la residente Mora – l’intento è quello di continuare a lavorare secondo alcuni principi fondamentali che hanno guidato le attività dell’ultimo quadriennio. Uno su tutti: il CONI deve essere ancor di più al servizio dei suoi Enti, delle Associazioni e delle Società Sportive che oggi stanno affrontando un momento critico. Ci aspetta un periodo di grande impegno che sarà finalizzato a sostenere la ripartenza delle attività sportive dedicate in particolare ai giovani ed agli atleti con disabilità. L’abbandono precoce dell’attività sportiva è un fenomeno che il Comitato aveva iniziato a monitorare già a fine 2018 in collaborazione con la Provincia. Non da ultimo desidero un CONI che continui ad essere promotore dell’attività motoria e sportiva come “medicina” per la tutta la popolazione in qualità di interlocutore con le istituzioni competenti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento