menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Petrucci e Gnudi tengono a battesimo i giovani olimpionici

In occasione della presentazione della delegazione azzurra che prenderà parte alla prima edizione dei Giochi Olimpici giovanili a Innsbruck, è arrivato il ministro allo sport, accompagnato dal presidente del Coni

Oggi a Trento, in occasione della presentazione della delegazione azzurra che prenderà parte, dal 13 al 22 gennaio, alla prima edizione dei Giochi Olimpici Invernali giovanili a Innsbruck, ha fatto il proprio esordio pubblico il ministro allo sport, turismo e affari regionali Piero Gnudi. Al suo fianco il presidente del Coni Gianni Petrucci. Presenti anche l'assessore provinciale al turismo Mellarini e l'assessore allo sport Marta Dalmaso.

"Ho voluto  scegliere questo evento come occasione per il mio esordio pubblico ufficiale nel ruolo da ministro non a caso. Si è trattato infatti di una decisione voluta e concreta, per sottolineare ancora una volta l’importanza e la centralità, non solo per il sottoscritto ma per tutto il Governo che rappresento, dei nostri giovani".
 
Con queste parole Piero Gnudi, ministro al turismo, allo sport e agli affari regionali, ha iniziato il suo intervento questa mattina a Villa Madruzzo in occasione della presentazione della rappresentativa azzurra che parteciperà dal 13 al 22 gennaio ai Giochi della prima Olimpiade invernale giovanile in programma ad Innsbruck.
 
Da parte sua il  presidente dello stesso Coni, Gianni Petrucci ha voluto sottolineare: "La grande importanza e l’immenso fascino che portano in dote le Olimpiadi. Non esiste nessuno altro avvenimento sportivo, dalla Champions League a Wimbledon, che possa competere con quello caratterizzato dai famosi cinque cerchi. Ovviamente ora stiamo parlando di Olimpiadi giovanili ma le sensazioni che tutti voi ragazzi proverete saranno molto simili a quelle  dei vostri colleghi più anziani. Tra duecento giorni sarà accesa la fiaccola in quel di Londra, ora vorrei che delle belle soddisfazioni arrivassero dall’Austria, quale buon viatico per il futuro prossimo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento