menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olimpiadi 2026, l'Alto Adige ribadisce: "Solo se sostenibili"

Il presidente della provincia di Bolzano ha ricevuto il presidente del Coni Malagò: "Sostenibilità parola d'ordine, niente opere faraoniche". E il Trentino?

Sostenibilità, ambientale ed economica, condizione necessaria per la candidatura alle Olimpiadi 2026. Il governatore dell'Alto Adige Arno Kompatscher torna a ribadire la posizione già presa insieme all'allora collega trentino Ugo Rossi riguardo alla candidatura olimpica di Milano-Cortina che, come abbiamo scritto in precedenza (clicca qui), includerebbe alcuni impianti anche in Trentino ed in Alto Adige. 

Il presidente del Coni Giovanni Malagò, è stato ricevuto nella mattina di martedì 22 gennaio a Palazzo Widmann da Kompatscher. “La sostenibilità – ha detto il governatore – dovrà essere la parola d’ordine di questa candidatura. Alcune delle discipline si svolgono nelle Dolomiti, area tutelata anche dall’Unesco, dunque l’obiettivo, in caso di effettiva assegnazione, dovrà essere quello di trovare soluzioni condivise non solo per gli impianti, ma anche per la viabilità. Non servono opere faraoniche, ma infrastrutture rispettose dell’ambiente e del territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento