Rottura con Stoytchev? Mosna smentisce: "Con Radostin guardiamo al futuro"

Intervistato dal quotidiano rosa il patron dell'Itas fuga ogni dubbio su una presunta rottura con lo storico allenatore, poi parla della squadra, e dell'operazione di Lanza che però vuole Rio

"Stiamo programmando il futuro insieme a Radostin Stoytchev": così il presidente della Trentino Volley Diego Mosna fuga ogni dubbio, intervistato oggi dalla Gazzetta dello Sport. A fine stagione la stampa aveva riportato voci di una possibile roottura tra il patron dell'Itas e lo storico allenatore bulgaro, richiamato a Trento due anni fa dopo la "fuga" ad Ankara. "Ha un contratto con noi ancora per due stagioni - ricorda Mosna - non abbiamo intenzione di lasciarlo andare via".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'intervista "a 360°", come titola il sito del quotidiano rosa, si parla anche della nuova squadra ("pochi cambiamenti, abbiamo già opposto, palleggiatore, bande e libero"), dell'arrivo di Jan Stikr, delle squadre che corteggiano Max Colaci, della conferma, quasi certa, di Lanza,  che dovrà operarsi al ginocchio in vista delle olimpiadi di Rio. Leggi l'intervista sul sito Gazzetta.it, clicca qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento