Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport via Belenzani

Moser, il mito in un libro: "Ho osato vincere"

"Ho osato vincere": è questo il titolo che il campione di ciclismo trentino Francesco Moser ha scelto insieme all'autore Davide Mosca per la sua autobiografia sportiva, e personale, edita da Mondadori, in questi giorni in libreria. Il volume è stato presentato ieri nel salone di rappresentanza di Palazzo Geremia. Una carriera iniziata seguendo a ruota, è il caso di dirlo, i fratelli maggiori Aldo, Enzo e Diego, per poi passare al professionismo ed alle grandi vittorie: dalla parigi Roubaix ai Campionati del Mondo, passando naturalmente dal Giro d'Italia e dal mitico record dell'ora.

Durante l’incontro Moser ha citato aneddoti e retroscena dei tanti anni trascorsi in sella, soffermandosi sulle rivalità con Baronchelli e, manco a dirlo, Saronni e in sala ad omaggiare il campione era presente anche il sindaco di Trento Alessandro Andreatta, il quale ha ribadito quanto il corridore italiano plurivittorioso di tutti i tempi sia un simbolo per la città e per tutto il territorio.

Dopo il ritiro Moser si è dedicato alla produzione vitivinicola, che gli ha regalato altrettante soddisfazioni, prestandosi spesso e volentieri come testimonial del Trentino in vari eventi, non ultima la corsa che porta il suo nome, "La Moserissima", inserita nel Giro d'Ialia storico: 58 km fra il centro di Trento e la Valle dell’Adige: la cicloturistica d’epoca, infatti, si snoda per 20 km su piste ciclabili, mentre altri 12 km sono di strade bianche che, assieme ai ristori d’epoca presso le Cantine Cavit di Trento e le Cantine Moser a Maso Villa Warth, contribuiranno a far rivivere l’atmosfera del ciclismo del passato. L'appuntamento per l'edizione 2015 è dal 17 al 19 luglio: clicca qui...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moser, il mito in un libro: "Ho osato vincere"

TrentoToday è in caricamento