La soddisfazione / Riva del Garda

Hockey su prato, l'Italia batte la Svizzera con le sue atlete trentine

A sbloccare il successo italiano contro la nazionale Svizzera ci ha pensato proprio l’atleta dell’HC Riva Chiara Bevilacqua

La nazionale Italiana Under 18 femminile di hockey su prato (partita da sfavorita nel torneo) guidata da Roberto Carta, vince l'Europeo B di Zagabria e conquista il pass per la prestigiosa Pool A del 2025. A contribuire a questo successo due atlete rivane Chiara Bevilacqua e Rachele Barion, più Angiò Agustina che nella prossima stagione indoor sarà nell'organico azzurro, come oramai succede da qualche anno per la stagione invernale.

A sbloccare il successo italiano contro la nazionale Svizzera ci ha pensato proprio l’atleta dell’HC Riva Chiara Bevilacqua, che al 4° minuto ha siglato il primo goal, seguito al 59° da quello di Di Paola Eleonora (Butterfly HCC) che rimetteva incredibilmente davanti l'Italia dopo il pari elvetico di pochi istanti prima al 57° e testimoniava il carattere e la personalità della squadra azzurra. La soddisfazione di tutta Riva del Garda per questo bellissimo risultato è enorme e conferma l’eccezionale lavoro che da anni l’HC Riva sta facendo nel settore giovanile sia maschile che femminile dell’hockey su prato. Euforica anche il sindaco di Riva del Garda, Cristina Santi che ha chiesto di ricevere le ragazza appena rientreranno a casa per manifestargli tutto l’apprezzamento della città.

Da menzionare anche che nella nazionale italiana U18 maschile l’HC Riva è stata rappresentata da Matteo Frizi che si è classificata seconda del girone maschile. Tra le atlete rivane che hanno vestito recentemente la maglia azzurra ricordiamo anche Maria Torbol (nazionale Senior e U21) e Micaela Frias infortunata al ginocchio, altrimenti avrebbe partecipato anche lei a questo torneo (indoor U21 e U18), tutte compagne di squadra di Chiara Bevilacqua, Rachele Barion e Angiò Agustina. La giornata sportiva è stata una giornata caratterizzata da un'incredibile altalena di emozioni fin dal principio: in mattinata Repubblica Ceca e Lituania (avanti a noi in classifica rispettivamente di due e un punto) fallivano il match point per la Pool A pareggiando 2-2.

Un risultato che consentiva sia all'Italia che alla Svizzera di scendere in campo per puntare, vincendo, al salto di categoria; ma anche con la consapevolezza che la perdente di questa sfida (da quarta classificata) sarebbe scesa nelle Pool C 2025, come previsto dal regolamento EHF valevole per questa edizione dei Championship giovanili. È stata la seconda vittoria consecutiva delle nostre Giovani Azzurre, che dopo il pari all'esordio con la Lituania (0-0) hanno perso dalla Repubblica Ceca (1-2) per poi mettere insieme i successi con la Croazia (5-2) e quello decisivo di oggi con la Svizzera (2-1). La top scorer della spedizione azzurra è stata Di Paola con quattro centri, anche miglior realizzatrice del torneo insieme alla ceca Nova. Ha vinto l'Italia: ha vinto l'Italia dell'hockey. La squadra italiana può ora festeggiare la meritata vittoria e guardare con fiducia alla futura partecipazione nella prestigiosa Pool A del campionato europeo U18 femminile del 2025. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hockey su prato, l'Italia batte la Svizzera con le sue atlete trentine
TrentoToday è in caricamento