Mercoledì, 12 Maggio 2021
Sport

Il giro arriva in Trentino, tappa decisiva per Nibali

Dopo la disfatta della crono dell'Alpe di Siusi, il corridore siciliano deve colmare un distacco di 2'51 sula maglia rosa, l'olandese Steven Kruijswijk. Oggi tappa con partenza a Bressanone e arrivo ad Andalo

Il Trentino Alto Adige si tinge di rosa: 132 km, tre gran premi della montagna da Bressanone ad Andalo. Dopo il giorno di riposo, il Giro d'Italia riparte con un tappa decisiva per rilanciare le speranze di Vincenzo Nibali, che dopo la disfatta della crono dell'Alpe di Siusi deve colmare un distacco di 2'51 sula maglia rosa, l'olandese Steven Kruijswijk.

È una tappa da fughe, con i primi 43 chilometri in discesa. Poi si sale sulla Mendola e, dopo lo scollinamento, la lunga discesa verso Andalo per una sessantina di chilometri, prima di affrontare la salita a Fai della Paganella, non durissima, con pendenza media del 7% e punte dell'11, ma in grado comunque di fare selezione. Il Giro torna ad Andalo per la seconda volta. Oltre quaranta anni fa, nel 1973, fu Eddy Merckx a vincere la tappa nell'anno in cui si aggiudicò Vuelta e Giro. Si ricorda che le strade chiuderanno un'ora prima del passagggio della gara, ecco tutte le strade interessate: clicca qui

Dopo l'ultimo giorno di riposo, il Giro d'Italia riparte domani con la 16/a tappa, da Bressanone ad Andalo: 132 chilometri e due Gran Premi della montagna di seconda categoria che sembrano fatti apposta per far partire un attacco, Passo della Mendola a 1.363 metri e Fai della Paganella a 952 metri.

In realtà, del tracciato fa parte anche un terzo Gp di terza categoria, collocato all'arrivo di Andalo dopo 6 km affrontati su una pendenza media del 3,2% e punte del 9. È una tappa da fughe, con i primi 43 chilometri in discesa. Poi si sale sulla Mendola e, dopo lo scollinamento, la lunga discesa verso Andalo per una sessantina di chilometri, prima di affrontare la salita a Fai della Paganella, non durissima, con pendenza media del 7% e punte dell'11, ma in grado comunque di fare selezione. Maglia rosa è l'olandese Steven Kruijswijk. Il Giro torna ad Andalo per la seconda volta. Oltre quaranta anni fa, nel 1973, fu Eddy Merckx a vincere la tappa nell'anno in cui si aggiudicò Vuelta e Giro. - See more at: https://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/Articoli/Giro-domani-si-riparte-dalla-16a-tappa-b4e207c1-eccb-4781-ab6d-47d367ff6890.html#sthash.DpYpSoMu.dpuf
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giro arriva in Trentino, tappa decisiva per Nibali

TrentoToday è in caricamento