menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Giro d'Italia ricorda le vittime delle tragedie di Stava e Cermis

Sarà Gilberto Simoni a guidare la Staffetta della Memoria Stava-Cermis che in occasione 19/o tappa del Giro d'Italia, di venerdì 25 maggio, onorerà la memoria delle 330 Vittime dei disastri di Stava e del Cermis

Sarà Gilberto Simoni a guidare la Staffetta della Memoria Stava-Cermis che in occasione 19/o tappa del Giro d'Italia, di venerdì 25 maggio, onorerà la memoria delle 330 Vittime dei disastri di Stava e del Cermis. Ne faranno parte i cicloamatori dei Gruppi Sportivi 'Pedalatori' di Predazzo e 'I Dolomitici' di Laives, con i campioni olimpici Christian Zorzi, Enrico Fabris e Matteo Anesi, atleti e allenatori dei Gruppi Sportivi delle Fiamme Gialle, delle Fiamme Oro e Carabinieri. Fra questi Loris Frasnelli, Matteo Guadagnini, Daniel Dorigo, Gianantonio Zanetel, Luca Orlandi, Matthias Thaler, Kurt Pittschieler, David Hofer, Debora Agreiter, Gaia Vuerich, Jonas Senoner, Michel Rainer, Guenther Runggaldier e il comandante del Centro Sportivo dei Carabinieri di Selva Val Gardena, Davide Carrara.

La Staffetta prenderà il via dal cimitero di Cavalese dove saranno deposti dei mazzi di fiori davanti ai cippi che ricordano le Vittime dei due disastri del Cermis (9 marzo del 1976 e 3 febbraio 1998). Dopo una sosta a Tesero per deporre un mazzo di fiori al cimitero delle Vittime della Val di Stava alla chiesa di San Leonardo, i partecipanti percorreranno il percorso finale di tappa.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento