Sport

Torna in presenza a Trento il Festival dello Sport: "Sarà un evento entusiasmante"

La quarta edizione della kermesse, tra il 7 e il 10 ottobre, accoglie di nuovo il pubblico. L'assessore Failoni rilancia l'appello alla vaccinazione: "Forse accesso con il Green Pass"

Un momento della presentazione del Festival con il presidente del Coni Malagò

Anche il Festival dello sport di Trento torna in presenza. Per la sua quarta edizione, in programma in città dal 7 al 10 ottobre intitolata "L'attimo vincente", si puntano a replicare i numeri del passato: 700 ospiti, 450 eventi e circa 110mila visitatori nelle due edizioni andate in scena live nel 2018 e 2019. Poi, il purgatorio del 2020 con una manifestazione in digitale. Ora, si spera, il ritorno alla normalità. 

Il Festival è organizzato da La Gazzetta dello Sport e da Trentino Marketing, con la collaborazione di Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento, Apt di Trento e con il patrocinio del Coni e del Comitato Italiano Paralimpico. Gli eventi saranno presentati a settembre, ma saranno tutti gratuiti, condotti dalle firme Gazzetta con una sfilata di stelle e protagonisti del grande sport nazionale e internazionale: atleti e atlete, olimpici e paralimpici, campioni, allenatori, coach, autorità, tecnici ed esperti.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato presidente e amministratore delegato Rcs MediaGroup Urbano Cairo, il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli, il direttore de La Gazzetta dello Sport Stefano Barigelli, il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, l’assessore allo sport e turismo della Provincia autonoma di Trento Roberto Failoni, il sindaco di Trento Franco Ianeselli, il presidente del Coni di Trento Paola Mora, l’amministratore delegato di Trentino Marketing Maurizio Rossini, il vicedirettore vicario La Gazzetta dello Sport e Direttore scientifico il Festival dello Sport Gianni Valenti e il designer Aldo Drudi.

"Sono eventi particolarmente entusiasmanti da vivere per gli spettatori, ma anche per i campioni che qui a Trento hanno trovato un contesto ideale, tanto che molti sono diventati nostri testimonial. In due edizioni abbiamo avuto oltre 110 mila presenze” ha detto l'amministratore delegato di Trentino Markting Rossini. “In quei giorni la città vive per restituire, ai trentini e ai tanti ospiti che ci raggiungono da molte regioni italiane, le emozioni dentro i teatri, nei vicoli e nelle piazze. Preziosa in questo senso la collaborazione con le Società sportive e le Federazioni, che ci aiutano ad animare molti di questi luoghi permettendo a tanti giovani di praticare molte discipline o di scoprirne di nuove".

"Il Trentino, come noto, pur essendo un territorio di piccole dimensioni, è la provincia più sportiva d'Italia, con oltre 64 mila atleti iscritti alle varie federazioni e con tante squadre ai massimi livelli" commenta il presidente della Provincia autonoma Fugatti. "Siamo tutti impegnati affinché anche la prossima edizione di questo Festival, dopo le prime due in presenza, sia un altro successo, sperando che lo sviluppo della pandemia ci consenta di farlo in presenza, come abbiamo fatto per il Festival dell'Economia. Abbiamo investito e continueremo ad investire sullo sport e la prospettiva delle Olimpiadi invernali del 2026 ci darà ulteriore slancio".

“Per noi trentini è un grande spot, capace di esaltare il connubio fra sport e turismo che per il nostro territorio è fondamentale" sottolinea l’assessore provinciale Roberto Failoni. "Noi siamo una palestra a cielo aperto dove praticare sport è molto facile e molto suggestivo. L’edizione del 2019 è stata un grande successo, l’auspicio è di poter replicare ad ottobre, con la presenza a Trento di tanti visitatori e magari di qualche atleta con al collo una medaglia olimpica”. Dall'assessore anche un importante richiamo ai cittadini a prenotarsi per ricevere il vaccino: "In questo momento non lo sappiamo ancora, ma potremmo avere eventi aperti solo a chi ha il green pass. Vaccinarsi diventa quindi fondamentale".

“Questo Festival – ha detto il sindaco di Trento Franco Ianeselli – arriva davvero in un anno e in un momento speciale: perché nonostante le limitazioni della pandemia lo sport è sempre stato ben presente nella nostra vita. Vi invito tutti a Trento a metà ottobre, per incontrare grandi atleti, per discutere, provare una nuova disciplina sportiva, imparare, appassionarvi, divertirvi. Proprio questo, a ben vedere, è uno dei record e dei primati dello sport, la sua capacità di muovere, appassionare e unire tante persone".

La città accoglierà il Festival dello Sport in tutti i suoi spazi: teatri e palazzi storici, piazze, atenei, musei, aree allestite appositamente per il Festival, come la grande libreria in piazza duomo. Tanti gli appuntamenti indoor e attività outdoor che offriranno informazione, spettacolo, mostre, divertimento e tanto sport durante le quattro giornate. Le piazze saranno dedicate allo sport praticato, con campi di gioco e palestre per divertirsi e allenarsi affiancati da coach professionisti e atleti di grande livello. I camp di arrampicata, basket, skateboard, tennis e padel saranno realizzati in collaborazione con le federazioni e associazioni locali dei vari sport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna in presenza a Trento il Festival dello Sport: "Sarà un evento entusiasmante"

TrentoToday è in caricamento