rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

La Feralpisalò toglie l’imbattibilità casalinga al Trento, al ‘Briamasco finisce 1-2

Il Trento vede sfuggire il pareggio contro i bresciani a pochi minuti dal termine quando Luppi sorprende Chiesa con un tiro dalla distanza deviato da Ruffo Luci, mentre nel primo tempo l’aquilotto Belcastro ha risposto al vantaggio lampo di Guerra

Arriva la prima sconfitta tra le mura amiche dello stadio ‘Briamasco’ per il Trento che dopo novanta minuti deve arrendersi, sebbene solo nel finale, alla Feralpisalò per 1-2. Ad essere onesti, gli ospiti non hanno demeritato, anzi hanno avuto la caparbietà di crederci fino in fondo, certo è che ormai il Trento aveva iniziato a fare un pensierino per quel punto che avrebbe gratificato gli sforzi difensivi degli uomini di mister Parlato.

Nei primi minuti sembra di rivivere il match di pochi giorni fa contro il Padova: proprio così, perché bastano appena quattro giri di lancette e la Feralpisalò passa in vantaggio con Guerra che sfrutta la bella palla filtrante di Di Molfetta e fredda Chiesa con una conclusione precisa e chirurgica. È un Trento che subisce la forza dell’avversario, con i bresciani in pieno controllo della partita che lasciano agli aquilotti poche occasioni. Ma è proprio da una di queste che nasce il pareggio gialloblu, grazie ad un’invenzione di Pasquato: il trequartista se ne va sulla fascia e dopo aver eluso il pressing di un paio di avversari lascia partire il tiro dal vertice destro dell’area di rigore che il portiere Gelmi non riesce a trattenere. Sulla corta respinta si fionda Belcastro che non perdona e sigla il momentaneo 1-1. Nonostante il gol subito, i lombardi non sembrano accusare il colpo e dopo essersi riorganizzati, ritornano a bussare in due occasioni alla porta aquilotta con Miracoli: il primo pericolo portato dal fantasista verdeazzurro viene sventato da Dionisi, mentre sul secondo è Chiesa che deve impegnarsi non poco per deviare il colpo di testa sul palo. Nella ripresa il canovaccio tattico del match non cambia con la Feralpisalò a fare la partita e con il Trento che, complice i cambi forzati di mister Parlato, si abbassa ulteriormente scoprendo il fianco ai lombardi. Nonostante questo, però, i padroni di casa avrebbero l’opportunità di passare in vantaggio, ma Izzillo non è cinico e spreca il bel cross di Dionisi. Al ventesimo, mister Vecchi pesca il jolly dalla panchina mandando in campo Luppi al posto di un ottimo Guerra, con il primo che si rivelerà poi il ‘match winner’ al termine dei novanta minuti. Prima però c’è spazio per Hergheliu che, colpendo di testa a botta sicura, chiama Chiesa ad un intervento straordinario che, assieme all’aiuto del palo, riesce a salvare il risultato. Nel finale, come detto, sale in cattedra Luppi che prima colpisce la traversa e pochi minuti dopo realizza il gol vittoria per la Feralpisalò con una conclusione dai venticinque metri deviata da Ruffo Luci.

Finisce così con la Feralpisalò che fa festa, mentre sulla sponda trentina arriva la seconda sconfitta in pochi giorni. Non c’è da farne un dramma visto l’ottimo inizio di campionato del Trento che ora punterà a rifarsi domenica prossima in casa del Legnago Salus per continuare a navigare nelle zone tranquille della classifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Feralpisalò toglie l’imbattibilità casalinga al Trento, al ‘Briamasco finisce 1-2

TrentoToday è in caricamento