Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Europei Salvamento, un altro successo azzurro con le trentine Rigatti e Giovanelli

Le atlete di Amici Nuoto Riva che hanno portato a casa un bel medagliere sono Cornelia Rigatti e Helene Giovanelli, conquistando un bottino di 3 ori, 2 argenti e 5 bronzi

Successi sportivi. Due atlete trentine hanno portato in alto il nome del Trentino alla 14esima edizione dei campionati europei di nuoto per salvamento, che nella settimana dal 12 al 18 settembre hanno visto impegnate a Castellon de la Plana (Spagna). Le atlete di Amici Nuoto Riva che hanno portato a casa un bel medagliere sono Cornelia Rigatti e Helene Giovanelli, conquistando un bottino di 3 ori, 2 argenti e 5 bronzi.

Le atlete Cornelia e Helene

Cornelia Rigatti, alla sua prima convocazione in azzurro, è l’unica atleta italiana a ottenere due ori individuali laureandosi per tre volte campionessa europea nella prova regina del salvamento oceanico l’oceanwoman (che per questa edizione vedeva alternarsi nell’ordine canoa, nuoto, tavola e corsa), nella gara individuale con tavola vinta per distacco e nella staffetta oceanwoman con Vittoria Borgnino in canoa, Paola Lanzilotti a nuoto, Cornelia in tavola e Federica Volpini di corsa; inoltre si mette al collo l’argento grazie alla sua prova di corsa nella staffetta ocean lifesaver mixed con Francesco Ippolito a nuoto, Andrea Niciarelli in tavola, Vittoria Borgnino in canoa. Inoltre stupenda medaglia di bronzo tutta in casa Amici Nuoto Riva nella staffetta salvataggio tavola con Helene Giovanelli a nuoto e Cornelia Rigatti in tavola. Queste le sue parole: "Non immaginavo di poter fare così bene, speravo di salire sul podio ma sinceramente non con due ori individuali. Poi sono soddisfatta di aver portato il mio contributo alle staffette, dove l'Italia ha sempre ben figurato, con cui ho ottenuto altre 3 medaglie."

Cornelia_Rigatti_medaglie-2

Anche Helene Giovanelli, alla sua prima convocazione nella nazionale assoluta, ma che ritrova l’azzurro dopo l’esperienza agli europei giovanili del 2019, conquista 5 medaglie: l’argento nella staffetta 4x50 pool lifesaver mixed (con Federica Volpini, Francesco Ippolito, Mauro Ferro); i bronzi nelle staffette 4x25 manichino, 4x50 mista (completate da Federica Volpini, Francesca Cristetti, Paola Lanzilotti) e lancio della corda in coppia con Lanzilotti.

Helene_Giovanelli-2

Buoni anche gli altri risultati a punti, che hanno permesso alla squadra azzurra di ottenere il secondo posto nella classifica per nazioni con 912 punti, dietro alla Francia campione d’Europa per soli 41 punti. Il nuoto per salvamento si divide equamente tra piscina e mare con 6 prove individuali e 5 staffette per ciascuna location, con attribuzione di punti ai primi 16 classificati.

Rigatti ha ottenuto i quinti posti nella serc (simulated emergency rensponse competition - gara che prevede la risoluzione di uno scenario di soccorso acquatico da effettuarsi in 2 minuti) e nelle bandierine sulla spiaggia, sesti posti nella gara canoa e staffetta 4x90 sprint sulla spiaggia, 11° posto nei 90 sprint sulla spiaggia.

Giovanelli nelle sue prove individuali in piscina è arrivata al 5° posto nei 100 percorso misto (1.11.02), il 6° nei 50 trasporto manichino (34.79), il 7° nei 200 ostacoli (2.13.85); mentre con le staffette i quarti posti nella 4x50 ostacoli in piscina e torpedo in mare, il 6° nella 4x90 sprint sulla spiaggia.

Il salvamento internazionale si dà appuntamento a Riccione con i campionati mondiali assoluti e giovanili (per nazionali e per club), dal 13 settembre al 9 ottobre 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europei Salvamento, un altro successo azzurro con le trentine Rigatti e Giovanelli

TrentoToday è in caricamento