rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sport

Tabarelli ricorda il driver piemontese Garosci: "Ciao Emanuele, non riesco a crederci..."

Un malore ha portato via con sé il driver piemontese Garosci durante le prime fasi del Rally di Roma che è stato quindi sospeso in segno di lutto.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Roma, 13 Novembre 2014 - "Sono passati alcuni giorni ma ancora non riesco a credere a quanto sia successo" - racconta Tabarelli - "e trovare le giuste parole per descrivere quei momenti è praticamente impossibile. L'incredulità regna ancora sovrana in me. Qualche ora prima si faceva colazione nello stesso albergo e, qualche ora dopo, è accaduto quello che non vorresti mai accadesse. Voglio solo esprimere alla famiglia Garosci il più profondo cordoglio per l'improvvisa scomparsa di Emanuele".

La seconda edizione del Rally di Roma capitale, finale unica della Coppa Italia 2014, è stata quindi sospesa, di comune accordo con tutti i piloti, in segno di lutto per la scomparsa di Emanuele Garosci.

Per onore di cronaca la trasferta del trentino Daniele Tabarelli sulle speciali romane si chiude con il terzo posto assoluto nonché primo di classe R4 e di gruppo R.

(immagine a cura di Leonardo D'Angelo)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabarelli ricorda il driver piemontese Garosci: "Ciao Emanuele, non riesco a crederci..."

TrentoToday è in caricamento