menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di Marco Vinciguerra

foto di Marco Vinciguerra

Aquila senza un'ala: Sutton infortunato, Venezia vince e riapre la sfida

Nel secondo atto della serie finale l'aggressività veneziana la spunta su un'Aquila orfana dell'ala piccola, la sfida si infiamma e si sposta in Trentino

Prosegue senza esclusione di colpi la serie finale tra la Dolomiti Energia e l'Umana, che ieri in casa ha vinto gara 2 portandosi alla pari prima della trasferta trentina. Un match iniziato in equilibrio perfetto, con tanta energia e voglia di giocre: Venezia giustamente aggressiva dopo la sconfitta, Trento che non si lascia staccare.

Quando Dominique Sutton, uomo chiave per il team di Buscaglia, è costretto a lasciare il campo per un infortunio l'Aquila pare non accorgersene ed accorcia le distanze fino al pareggio 37-37 per poi chiudere a metà gara sul 41-41. Il rientro in campo con la tripla di Haynes è il presagio di un terzo quarto tutto per Venezia: la guardia georgiana ne metterà a segno altre tre in questo parziale decisivo.

Gli sforzi di Craft (17) e Shileds (12) non riescono a compensare l'assenza di Sutton, così come i tanti lampi di Flaccadori e Forray. Il muro veneziano ed il nervosismo sotto canestro tengono Trento lontana dalla retina per quasi tutto il parziale. L'ultimo quarto è una lenta fuga solitaria di Venezia fino al +16 sul finale e la vittoria meritata del match. Ora si pensa già alla sfida al PalaTrento, in attesa di notizie sul rientro di Dominique nel team che si sta giocando, questa  volta davvero, lo scudetto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento