Derby dell'Adige a senso unico: Verona-Trento 0-3

Anche ieri sera al PalaOlimpia la formazione di Angelo Lorenzetti ha confermato l'ottimo momento di forma, avendo ragione di una Calzedonia che sin dall'inizio ha faticato a tenere il forsennato ritmo degli avversari

Nemmeno la Calzedonia Verona e il clima di un derby dell’Adige sempre particolarmente sentito, riescono a mettere a freno la lanciatissima corsa della Diatec Trentino verso le zone alte della classifica di SuperLega UnipolSai 2016/17. Grazie ai tre punti conquistati stasera e alla contemporanea sconfitta di Modena, i gialloblù salgono infatti al secondo posto appaiando gli emiliani, con una partita ancora da giocare.

Anche ieri sera al PalaOlimpia la formazione di Angelo Lorenzetti ha confermato l’ottimo momento di forma, avendo ragione di una Calzedonia che sin dall’inizio ha faticato a tenere il forsennato ritmo degli avversari, scatenati nella fase di break grazie ad un muro-difesa che ha raccolto tantissimo. Con un’intensità straordinaria in seconda linea, abbinata ad un servizio molto incisivo (6 ace diretti), Lanza e compagni hanno messo subito con le spalle al muro gli scaligeri, scavando un solco profondo ben prima della parte finale di ogni singolo set. Giannelli ha così potuto giostrare tutto il fronte d’attacco con la consueta sapienza, trovando in Urnaut (13 punti col 58%), Nelli (11 col 64%) e Daniele Mazzone (10 col 75% e 3 muri), tre uscite particolarmente ispirate. Fra i trentini ottima anche la prova di Capitan Lanza e Colaci, mentre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

Torna su
TrentoToday è in caricamento