Coronavirus: contagi anche nella Nazionale azzurra di sci in ritiro allo Stelvio

Quattro contagi, tra cui un tecnico azzurro, mentre sull'identità degli altri tre casi è massimo riserbo

Il coronavirus colpisce anche la Nazionale di sci: sono quattro le persone contagiate all'interno del gruppo della Fisi in ritiro sulle nevi dello Stelvio, tra Lombardia ed Alto Adige. Domenica 28 giugno sono stati annullati gli allenamenti, per effettuare il test a tutti i presenti. Le normali attività dovrebbero riprendere lunedì mattina. 

Al ritiro, che ha come base l'Hotel Livrio sul passo dello Stelvio, sono presenti circa 160 persone. Tra gli sportivi presenti ci sono anche le campionesse azzurre Sofia Goggia e Federica Brignone. Il contagio potrebbe essere partito da un tecnico azzurro, che avrebbe raggiunto il team pochi giorni fa. In seguito sono stati eseguiti test a tutte le persone del ritiro, così come a tutto il personale dell'albergo, e sarebbero risultati altri tre positivi, asintomatici.

"Grazie alla rigida applicazione dei protocolli sanitari stilati per la gestione del raduno sciistico dello Stelvio - afferma la Fisi in una nota - è stato possibile identificare che un tecnico, appena salito sul ghiacciaio, mostrava deboli sintomi influenzali. È stato quindi immediatamente condotto presso l'ospedale di Sondalo dove è risultato positivo al test sierologico e, di conseguenza, per il protocollo dell'ATS di Sondrio, sottoposto ad un tampone".

"Gli esiti dei tamponi hanno evidenziato tre positività, nel gruppo di lavoro delle Nazionali italiane di sci alpino. Ha avuto quindi efficacia il protocollo federale che ha permesso in brevissimo tempo di registrare, segnalare alle autorità sanitarie ed isolare i casi di sostanziale asintomaticità nell'ambito di circa 150 controlli effettuati. I tre positivi, rientrando nella casistica degli "asintomatici", torneranno presso le rispettive abitazioni per un periodo di quarantena" conclude la nota. In mattinata è arrivata la notizia che tutto il gruppo di atleti di Coppa del Mondo, per ragioni di sicurezza, ha lasciato il ritiro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento