rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Calcio

ViPo Trento spietata, il Mori Santo Stefano perde 3-1

L’anticipo del sabato di Eccellenza tra i collinari ed i lagarini finisce con la netta e meritata vittoria della ViPo Trento sul Mori Santo Stefano grazie alle reti di Pecoraro, autore di una doppietta, e Marku che firma un gol strepitoso

Uno dei due anticipi della dodicesima giornata del campionato di Eccellenza ha messo di fronte ViPo Trento e Mori Santo Stefano in una sfida ad alta tensione per non finire nelle zone torbide della classifica. A spuntarla, al termine di novanta minuti divertenti, sono stati i collinari che sono riusciti ad imporsi sui lagarini, incerottati e con ben dieci giocatori infortunati, per 3-1 grazie alla doppietta di Pecoraro in avvio di partita ed allo splendido gol di Marku che ha chiuso i conti a metà ripresa. Gli ospiti hanno provato a riaprire momentaneamente il match ad inizio ripresa con Cescatti, ma l’inferiorità numerica, alla fine, ha fatto la differenza con il passare dei minuti.

Partita dagli alti ritmi fin dall’inizio, con i padroni di casa a fare gioco e con la voglia di gettarsi in avanti alla ricerca del vantaggio. A portare i primi pericoli, senza successo, alla porta di Carpi sono Orlando e Pecoraro, ma dopo quattro minuti è il Mori Santo Stefano che sfiora il vantaggio con il colpo di testa all’indietro di Carella che per poco non sorprende Stancu. La ViPo Trento non demorde e continua nella sua opera di forcing: dopo soli otto minuti, Marku se ne va sulla sinistra e mette un cross preciso su cui si avventa Pecoraro che gira di testa e mette il pallone in rete. Il Mori Santo Stefano viene colpito a freddo e fatica a reagire, così dieci minuti più tardi i padroni di casa infieriscono e su calcio di rigore raddoppiano. È ancora il centravanti Pecoraro a sfuggire alla difesa tricolore per presentarsi a tu per tu con il portiere lagarino, ma una volta saltato, viene steso dallo stesso Carpi in uscita: per il direttore di gara non ci sono dubbi, tiro dagli undici metri e cartellino rosso per il portiere ospite, il quale forse avrebbe meritato un briciolo di indulgenza per non aver fermato una chiarissima azione da gol in quanto il pallone sarebbe comunque finito sul fondo. Dal dischetto si presenta Pecoraro che spiazza il neoentrato Brahimi e sigla la doppietta personale. Alla mezzora, dopo che il numero nove della ViPo Trento si divora il terzo gol, si vede in avanti anche il Mori Santo Stefano con Carotta che, da dentro area, manda a lato di poco. L’avvio di ripresa, quantomeno nei primi dieci minuti, la ViPo si addormenta e permette agli ospiti di credere nella rimonta, sebbene in inferiorità numerica: da una mischia in area arriva la rete che accorcia le distanze, con Cescatti che all’ottavo minuto è lesto e ribadisce in rete una cortissima respinta di Stancu. A metà di seconda frazione, il Mori Santo Stefano inizia a crederci e Deimichei va pure vicino al pareggio con un colpo di testa su calcio d’angolo che sibila a lato di pochissimo. Sul ribaltamento di fronte, però, Marku è ispirato e, una volta ricevuta palla sul versante sinistro da Carella, punta il proprio avversario, rientra sul destro e lascia partire una parabola a girare che va ad infilarsi nell’angolo lontano. È un gol bellissimo che annichilisce le speranze del Mori Santo Stefano e sancisce la vittoria della ViPo Trento.

È una vittoria meritata quella dei collinari che li porta a quota 19 punti agganciandoli al treno delle inseguitrici della capolista Virtus Bolzano. Per il Mori Santo Stefano invece, inizia a farsi notte fonda con il terzo ko consecutivo ed una classifica che recita un copione troppo brutto per quelle che erano le ambizioni dei tricolori ad inizio stagione. Nel prossimo turno, la ViPo Trento sarà impegnata in trasferta sul difficile campo del Lavis, mentre il Mori Santo Stefano ospiterà in casa il Dro Alto Garda per una sfida che sa di lotta salvezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ViPo Trento spietata, il Mori Santo Stefano perde 3-1

TrentoToday è in caricamento