rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Calcio

Il Trento riparte da Verona, c’è la Virtus Vecomp

Dopo l’amara sconfitta ai rigori in Coppa Italia contro l’Albinoleffe, il Trento è chiamato a rispondere presente in trasferta sul campo della Virtus Vecomp per guadagnare punti importanti e togliersi almeno momentaneamente da posizioni di classifica scomode

Deve ancora arrivare la prima vittoria in trasferta per il Trento in questo campionato di Serie C e quale miglior occasione per provarci allo stadio ‘Gavagnin-Nocini’ di Verona contro la Virtus Vecomp nel corso della tredicesima giornata? I veneti, infatti, saranno i prossimi avversari che affronteranno gli aquilotti che potranno contare sulla mezza iniezione di fiducia arrivata in settimana dalla buona partita disputata in Coppa Italia contro l’Albinoleffe. Certamente una vittoria avrebbe dato ancor più morale, ma già l’aver mostrato un’ottima prestazione ed aver portato il match ai rigori deve permettere a mister Carmine Parlato di vedere il bicchiere mezzo pieno.

Per i trentini saranno tante le novità, a partire dall’infermeria dove appaiono recuperati Dionisi, Caporali e Oddi, mentre ancora fermi ai box saranno Bigica e Comper, infortunati di vecchia data. Sarà la terza sfida in sette giorni per i gialloblu, i quali dovranno cercare di porre fine alla striscia negativa di risultati consecutivi che in campionato perdura da ben quattro giornate. Due pareggi e quattro sconfitte, è questo lo score ottenuto finora dal Trento lontano dal ‘Briamasco’, una statistica non felice che a partire dalla prossima giornata i ragazzi di Parlato proveranno a sovvertire e rendere meno amara.

I veneti, invece, arrivano al match contro gli aquilotti dall’alto, si fa per dire, dei loro 13 punti, uno in più dei gialloblu, di cui 7 ottenuti tra le mura amiche veronesi, frutto della vittoria contro la Fiorenzuola e dei pareggi contro Piacenza, Legnago Salus, Pro Vercelli e Triestina. I nomi importanti della formazione guidata dall’allenatore, nonché presidente Luigi Fresco, in carica al timone degli scaligeri dal lontano 1982, sono il portiere Sheikh Sini, estremo difensore della nazionale del Gambia, il centrocampista islandese Emil Halfredsson, con un importante trascorso in Serie A tra Reggina, Verona, Udinese e Frosinone, oltre alla nazionale dell’Islanda, e l’attaccante Andrea Nalini, anch’esso con presenze nella massima serie con la maglia del Crotone.

Saranno tre gli ex del match e vestiranno tutti la maglia gialloblu del Trento: Mattia Chiesa, il capitano Andrea Trainotti e Vincenzo Ferrara, infatti, hanno vestito la maglia rossoblu in passato, contribuendo a scrivere la storia del club veronese sia tra i professionisti che in Serie D. Per quanto riguarda i precedenti, invece, sarà il primo incrocio tra i professionisti, sebbene i scontri diretti generali passati siano sei con lo score complessivo che recita due vittorie per la Virtus Vecomp, tre pareggi ed una vittoria per il Trento.

Ad arbitrare il match ci sarà Simone Taricone, arbitro della sezione di Perugia, mentre gli assistenti saranno Marco Colaianni e Pio Carlo Cataneo delle sezioni di Bari e Foggia. Il fischio d’inizio verrà dato alle ore 17.30: il Trento sarà in grado di ribaltare un momento che appare difficile e far girare il vento a proprio favore? Parola al campo… di Verona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Trento riparte da Verona, c’è la Virtus Vecomp

TrentoToday è in caricamento