rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Calcio

Il Trento perde anche contro il Legnago Salus

Terza sconfitta consecutiva nel giro di una settimana per il Trento che si trova a far fronte ad un principio di crisi di risultati che l’allontanano dalle posizioni di vertice e l’avvicinano in maniera preoccupante alle ultime posizioni della classifica

Nell’undicesima giornata di Serie C, relativamente al girone A, il Trento non passa al ‘Mario Sandrini” e si vede battuto dal Legnago Salus. Si tratta della terza sconfitta consecutiva per i trentini che dopo Padova e Feralpisalò deve cedere il passo anche ai veronesi, i quali s’impongono di misura sui gialloblu grazie alla rete di Ricciardi sul finale di primo tempo.

Partita che inizia subito con il Trento in propensione offensiva, capace di creare alcune occasioni già nei primi dieci minuti: il primo è Pattarello che calcia alto su cross di Dionisi, mentre a ruota lo segue Chinellato, il cui diagonale non inquadra la porta. Dopo un periodo di stallo si rifanno vedere gli ospiti con Belcastro, ma il suo colpo di testa viene respinto da un difensore ben posizionato. Proprio quando l’intervallo sembra imminente, ecco che i padroni di casa si svegliano dal torpore e si fanno vedere nell’area avversaria: dagli sviluppi di un calcio piazzato, la palla arriva al limite dell’area dove è ben appostato Ricciardi che fa partire un tiro di esterno destro che batte l’incolpevole Chiesa per il vantaggio del Legnago Salus. La ripresa si apre ancora con le tinte gialloblu in avanti che cercano di trovare la via del pareggio: la punizione di Pattarello impegna non poco Gasparini che devia sopra la traversa il bel tiro dell’attaccante aquilotto, mentre poco dopo è Belcastro che chiama di nuovo alla parata in presa il portiere biancazzurro. Il Legnago Salus prende coraggio al ventesimo e prova a chiudere il match con Contini, il cui tiro al volo trova la splendida risposta in tuffo di Chiesa. Il forcing del Trento trova il suo massimo apice negli ultimi dieci minuti di partita, sebbene gli uomini di Parlato non riescano a concretizzare al meglio le azioni create: prima Pasquato prova a sorprendere Gasparini direttamente da calcio piazzato, mentre nei minuti di recupero Trainotti manda di poco a lato un’ottima occasione per pareggiare i conti.

È un tonfo in trasferta, il quarto stagionale fuori dalle mura amiche, che ridimensiona la classifica di campionato dei gialloblu con le zone calde della lotta salvezza che si avvicinano sempre più e con il vantaggio sulla terzultima che cala a sole tre lunghezze. Ora, l’appuntamento è per domenica prossima quando al ‘Briamasco’ arriverà la Pergolettese con il match che prenderà il via alle 17.30 e dove il Trento dovrà dimostrare la forza di sapersi risollevare da un momento non semplice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Trento perde anche contro il Legnago Salus

TrentoToday è in caricamento