rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Calcio

Il Rovereto fatica un tempo, poi s'impone sulla Ravinense per 1-3

Partita in cui il Rovereto ha saputo far girare gli episodi a proprio favore, con la Ravinense in grande difficoltà sui calci piazzati da cui sono nate tutte e tre le marcature ospiti

Il Rovereto espunga, con un netto 1-3, il campo della Ravinense e conquista la quinta vittoria consecutiva, che significa primo posto in solitaria in testa alla classifica per effetto del turno di riposo scontato dalla Settaurense. È stata una partita dalle due facce, in cui i padroni di casa hanno provato ad imporre il proprio gioco nel primo tempo, salvo poi naufragare nella ripresa vittime delle loro stesse disattenzioni che hanno spianato la strada ai ragazzi di mister Eccher.

Come detto, è una Ravinense convinta ed aggressiva quella che inizia il match, capace di tenere chiuso nella propria metà campo il Rovereto e gestire il pallone a centrocampo. Gli ospiti iniziano guardinghi ed intenzionati a prendere le misure ad un avversario, sulla carta, ostico, sebbene le numerose assenze che limitano le frecce all’arco di mister Laratta. Nella prima mezzora succede ben poco, poi l’arbitro fischia un calcio di punizione dal limite per uno: per la Ravinense s’incarica della battuta Pisetta, il cui tiro è centrale e Chimini devia in calcio d’angolo, mentre per il Rovereto ci prova Dallapiccola che impegna Eccher sul suo palo. È un Rovereto che con il passare dei minuti guadagna campo ed inizia a mettere alla prova la difesa biancoazzurra. Prima è Tranquillini a cercare la battuta a rete, ben rintuzzata dall’estremo difensore, poi è Brusco che, sugli sviluppi di calcio d’angolo, porta in vantaggio i suoi con un colpo di testa imparabile. È il quarantacinquesimo è la doccia per la Ravinense è gelata a tal punto che, nell’unico minuto di recupero, il Rovereto potrebbe persino raddoppiare con Tranquillini che manda alto da buona posizione.

Ripresa che si apre con un altro brivido per la Ravinense: Eccher svirgola il rinvio e serve Brusco la cui battuta è a botta sicura. Il gol sembra scontato, ma il portiere biancoazzurro ci mette una pezza ed in scivolata fuori area respinge evitando il peggio. Non passano molti minuti prima di vedere il gol del raddoppio: si tratta di un autogol ed il malcapitato autore è Bordin che viene colpito goffamente nel batti e ribatti in area con il pallone che rotola nel sacco.  La girandola dei cambi serve a dare la sferzata sferzata giusta per vivere gli ultimi cinque minuti in punta di sedia. Al 40’ è ancora il Rovereto a solpire su un calcio piazzato: sul pallone vagante si avventa Cesarini Sforza che non si fa pregare e batte Matteo Pederzolli, che nel frattempo è subentrato ad Eccher. Nel finale c’è tempo anche per il gol della bandiera della Ravinense, con Pellegrini che sfrutta un grande assist di Berloffa e sigla di testa la rete del definitivo 1-3.

Il Rovereto marcia a punteggio pieno e senza problemi in testa alla classifica distanziato di 5 punti il Borgo, con Alense e Settaurense rispettivamente terza e quarta che hanno già scontato il giorno di riposo. Per la Ravinense invece è la seconda sconfitta consecutiva per 3-1, dopo quella subita contro il Fiemme Casse Rurali.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rovereto fatica un tempo, poi s'impone sulla Ravinense per 1-3

TrentoToday è in caricamento