Calcio

Il Lavis vince ancora, battuto in rimonta il Mori Santo Stefano

I ragazzi di Manfioletti recuperano il gol iniziale di Libera e battono di misura il Mori Santo Stefano portandosi a quota 12 punti in classifica e accorciando sulla capolista Virtus Bolzano che, nel frattempo, è stata fermata sul campo del Lana

Terza vittoria consecutiva per il Lavis, per lo più in rimonta, che torna ad occupare le zone alte della classifica e vede ridursi il distacco nei confronti della capolista Virtus Bolzano. Per il Mori Santo Stefano, invece, si tratta di un momento delicato della stagione con la seconda sconfitta nelle ultime tre partite, in cui la sola eccezione è stato il largo successo contro il Gardolo.

Pronti, via e i padroni di casa partono subito bene premendo sull’acceleratore e cercando di mettere in difficoltà la retroguardia ospite. Inizialmente ci prova Cescatti, il cui tiro però finisce sull’esterno della rete mettendo i brividi a Di Meo. È solo il preludio al vantaggio lagarino che arriva poco dopo il quarto d’ora: Libera s’incarica della battuta di un calcio di punizione dai venticinque metri e disegna una parabola che va ad insaccarsi all’incrocio dei pali, lasciando senza speranze l’incolpevole portiere lavisano. Gli ospiti non si abbattono e cercano subito la risposta con il cross di Paoli che va a pescare Allegretti in mezzo all’area, il quale però spreca tutto. Passano soltanto cinque giri di lancette ed il Lavis pareggia i conti con Trevisan che s’incunea tra le maglie della difesa avversaria e supera Bonomi con un delizioso pallonetto. Il gol del pareggio sembra calmare gli animi in campo con le due squadre che si studiano aspettando il momento buono per colpire nuovamente, ma nel primo tempo non succede più nulla. Il rientro dagli spogliatoi sembra giovare al Lavis che parte con più determinazione ed intraprendenza rispetto ai lagarini: al decimo Barbetti prova a girare di testa il cross di Mici, ma Bonomi fa buona guardia e para senza problemi. Problemi che, per l’estremo difensore del Mori, nascono un minuto dopo quando Barbetti viene lanciato in profondità e si trova a tu per tu proprio con Bonomi, il quale non può nulla sulla conclusione del centravanti rossoblu con il pallone che finisce in rete per il vantaggio ospite. Il Mori Santo Stefano appare frastornato e rischia in più di un’occasione di capitolare nuovamente sotto i colpi di Mici, Barbetti e Hosmi sui quali è bravo ad opporsi ancora Bonomi.

È un successo che rilancia gli uomini di mister Manfioletti in ottica campionato e li porta a soli cinque punti dalla capoclassifica. Il Mori Santo Stefano, con questa sconfitta, si vede superato proprio dai rossoblu e rimangono fermi a quota 10 vedendo allontanarsi pian piano le zone nobili della graduatoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lavis vince ancora, battuto in rimonta il Mori Santo Stefano

TrentoToday è in caricamento