rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Il Gardolo tiene finchè può, poi la Virtus Bolzano dilaga

Arcigni e compatti fino al settantesimo, poi il gol di Bounou ha spianato la strada alla capolista contro il Gardolo che ora dovrà fare i conti con una classifica che vede gli uomini di Squadrani all’ultimo posto in solitaria

Tutto come da pronostico, o quasi, nella sfida che ha visto affrontarsi Virtus Bolzano e Gardolo, con i bolzanini che hanno saputo spuntarla per 3-0. Un risultato rotondo che però non rende merito ai trentini, i quali hanno lottato per trequarti del match, salvo poi soccombere sotto le bordate altoatesine giunte nel finale della ripresa.

Partita equilibrata quella del ‘Righi’ di Bolzano con le due compagini, rispettivamente testa e coda della classifica di Eccellenza, che lottano alla pari, sebbene si notino subito in avvio le diverse caratteristiche: da un lato la Virtus Bolzano molto propositiva in fase offensiva e votata alla qualità dei suoi interpreti, mentre dall’altra un Gardolo coriaceo e ben coperto che non concede nessuno spiraglio all’avversario e cerca di ripartire in contropiede sfruttando la velocità di Trentini e la capacità tattica di Catino nell’imbeccare le punte. Ospiti che devono anche fare a meno di Qela, pedina importante per lo scacchiere di Squadrani, il che spunta un po’ l’attacco gardolotto che, in effetti, fatica a pungere ed a creare occasioni di rilievo. Il match offre poco o nulla dal punto di vista giornalistico, quantomeno fino alla mezzora della ripresa quando, sotto i colpi dei padroni di casa, il Gardolo crolla per opera di Bounou, il quale calcia dalla distanza disegnando una traiettoria che va a spegnersi all’incrocio dei pali, lasciando immobile Clementi. È il colpo che frantuma i sogni degli ospiti che si gettano in avanti e si scoprono alle ripartenze letali dei biancorossi: il raddoppio arriva quattro minuti più tardi con Timpone che batte l’estremo difensore con un gran mancino, mentre ulteriori cinque minuti dopo è Kicaj a chiudere i conti con un gran tiro al volo.

Nulla da fare per il Gardolo che ci ha sperato ed ha cullato fino alla mezzora del secondo tempo il sogno di portare a casa qualche punto dalla difficile trasferta contro la capolista, ma ha dovuto fare i conti con uno strapotere offensivo che al minimo spiraglio ha punito gli uomini di Squadrani. Ora per i gialloblu la situazione si complica ancor di più, complice anche le recenti vittorie della Rotaliana che relegano il Gardolo all’ultimo posto in classifica. Domenica prossima, a Melta, arriverà il Bozner, sperando sia l’occasione giusta per sbloccare un momento chesta diventando davvero complicato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gardolo tiene finchè può, poi la Virtus Bolzano dilaga

TrentoToday è in caricamento