Calcio

Gardolo e Comano Terme Fiavè, match dalle due facce

I gialloblu arrivano al match contro il Comano in netta difficoltà dopo le tante sconfitte patite in questo avvio, mentre i termali possono vantare un grande stato di forma grazie ai quattro risultati utili consecutivi

A Melta, nel campionato d’Eccellenza, si sfidano due squadre che vivono due momenti completamente diversi, addirittura opposti con il Gardolo in netta difficoltà nel corso di queste prime sei giornate di campionato e con il Comano Terme Fiavè che, invece, è in grande spolvero e viene da quattro risultati utili consecutivi in campionato. Sulla carta, come direbbero gli scommettitori, la partita vede i padroni di casa come vittima sacrificale degli ospiti che al contempo appaiono i netti favoriti. Il calcio però, fortunatamente, non è una scienza esatta e molto spesso ciò che sembra scontato, viene irrimediabilmente sovvertito dal giudizio del campo.

Sarà un Gardolo che si presenterà dopo il pesante ko esterno contro il Mori Santo Stefano dove gli uomini di Squadrani non sono quasi mai riusciti ad entrare in partita. Il morale non è certo dei migliori soprattutto guardando la classifica che, complici le ultime tre sconfitte consecutive, cinque su sei partite in stagione, non lasciano tranquilli i gardolotti in previsione futura. Urgono punti e serve farli al più presto: per ottenerli, Squadrani si affiderà agli uomini che meglio si sono comportati in questo avvio di campionato, tra cui Qela, Cadonna e Trentini, con il solito ballottaggio tra Maffei e Clementi per la scelta del portiere.

Sponda Comano Terme Fiavè che, invece, vive un momento di grazia e viaggia quota 10 punti a ridosso delle big di campionato. I risultati ottenuti dagli uomini di mister Celìa sono il risultato di un gran lavoro sotto il piano tecnico-tattico capace di mettere in difficoltà anche le grandi favorite del girone. Contro il Gardolo sarà un ulteriore banco di prova per vedere se i termali potranno continuare a sognare un posto al sole oppure se dovranno cedere il passo alle candidate eccellenti della vigilia. A guidare la truppa giallonera ci penseranno ancora gli esperti Pasini, Dalponte e Poletti, fin qui ottimi artefici della stagione giudicariese. In porta, la staffetta tra Calzà e Gurlove vivrà un nuovo atto, sebbene i problemi non sussistano in quanto entrambi hanno ampiamente dimostrato di valere la categoria e di riuscire a trasmettere piena sicurezza all’intero comparto difensivo.

La sfida, dunque, si accenderà a partire dalle 15.30 quando sul campo di Melta il direttore di gara Luca Maria Di Paolo della sezione di Merano darà il fischio d’inizio al match, supportato dagli assistenti Gianpiero Picca, anch’esso di Merano, e Alessandro Salerno della sezione di Bolzano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gardolo e Comano Terme Fiavè, match dalle due facce

TrentoToday è in caricamento