rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Arco 1985 in crisi, la ViPo Trento ne approfitta

Vittoria esterna per gli uomini di Girardi che grazie al gol di Marku in avvio di partita superano l’Arco 1985 e si tolgono dalle zone calde della classifica, cosa che invece non riesce ai ragazzi di Zasa, ora al quartultimo posto

Il momento difficile dell’Arco 1985 sembra non dover finire, con i lagarini che in casa subiscono un’altra sconfitta, stavolta dalla ViPo Trento che grazie ad un gol di Marku in avvio di partita riesce a portare a casa tre punti preziosi. Era uno scontro delicato con le due compagini, tanto quella di mister Zasa che quella di coach Girardi, provenienti da risultati negativi e che avevano bisogno di punti per risollevare il morale della propria truppa.

È un’Arco 1985 che comincia con il piglio giusto, arrembrante ed intraprendente che già al sesto minuto lancia Rosà a tu per tu con Stancu, ma l’attaccante gialloblu spreca la ghiotta occasione di portare in vantaggio i suoi. Come spesso si dice, ‘gol sbagliato, gol subito’ ed in questo periodo in via Pomerio appare quasi come un dogma: passano solo due minuti dall’occasione degli arcensi che gli ospiti colpiscono a freddo con Marku che grazie al suo colpo di testa batte Deromedi, non brillantissimo nella circostanza e non esente da colpe. Il vantaggio ospite ha l’effetto di abbassare un po’ il ritmo partita con il gioco che viene spesso spezzettato e con poche occasioni da una parte e dall’altra. Il più attivo per i lagarini è Azzolini che cerca di sorprendere Stancu con un pallonetto dalla distanza, ma l’estremo difensore azulgrana devia sopra la traversa, mentre la ViPo Trento risponde con Degasperi che sfiora il raddoppio in chiusura di tempo. Nella ripresa, sebbene l’Arco 1985 continui a premere sull’acceleratore in cerca del gol del pareggio, le occasioni si contano sulle dita di una mano: la più importante è quella che, sugli sviluppi di un calcio piazzato, vede una mischia in area ospite con il pallone che sembra direzionato ad entrare in porta, ma sulla linea è pronto ed attento Capra ad evitare la rete e salvare il risultato che porta i tre punti ai suoi.

È un successo sofferto quello della ViPo Trento, ma davvero fondamentale per riprendere il cammino che nelle prime sei giornate sembrava scintillante e che ora vede i collinari dover lottare per non cadere nella rete della retrocessione. Lotta salvezza che, invece, al momento vede invischiato l’Arco 1985 che con i suoi miseri 10 punti si posiziona al quartultimo posto della graduatoria. Domenica sarà tempo di altre sfide, con i lagarini impegnati sul campo di un’altra squadra in difficoltà, ovvero il Dro Alto Garda, mentre la ViPo Trento ospiterà in quel di Gabbiolo il Mori Santo Stefano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arco 1985 in crisi, la ViPo Trento ne approfitta

TrentoToday è in caricamento