menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una domenica in zona "Cesarini", il Trento vede il secondo posto

Gli aquilotti hanno vinto contro Salorno per 1 a 0, ma al 90esimo i punti di vantaggio del Mori, secondo in classifica, sui gialloblù erano sette, al triplice fischio finale si sono clamorosamente ridotti a tre

Il Trento continua la rincorsa. Una domenica folle quella che ha caratterizzato l’ultimo turno, basti pensare che al 90esimo i punti di vantaggio del Mori, secondo in classifica, sui gialloblù erano sette, al triplice fischio finale si sono clamorosamente ridotti a tre. Gli aquilotti hanno battutto il Salorno per 1 a 0.

Infatti proprio mentre la squadra allenata da Stefano Manfioletti subiva il gol del pareggio dal Plose, rete siglata al 92esimo da Stockner, gli aquilotti trovavano la via del vantaggio sul campo del Salorno con La Vecchia. 
 
"Il calcio è bello anche, e soprattutto, per questo- spiega Marco Melone, allenatore del Trento. Nel giro di pochi secondi abbiamo più che dimezzato i punti che ci separano dal secondo posto, si è trattato davvero di una domenica sconsigliata ai deboli di cuore. Comunque devo dire che la vittoria ottenuta su un campo non facile come quello del Salorno credo sia stata assolutamente meritata anche se davvero sudata". 
 
In effetti il Trento ha fatto la partita ma il forte vento e il campo in perfette condizioni non hanno certo agevolato il gioco degli undici del capoluogo: "Effettivamente abbiamo faticato ad imporre il nostro ritmo e i nostri avversari sono stati tatticamente perfetti- continua il mister del sodalizio di via San Severino. Se però andiamo ad analizzare con attenzione il match ci renderemo conto che gli avversari non si sono mai resi davvero pericolosi mentre noi abbiamo sfiorato il vantaggio in almeno tre-quattro occasioni".
 
Vantaggio che alla fine è arrivato grazie ad un calcio di punizione dal limite di La Vecchia, anche se la complicità dell’estremo di casa è stata evidente: il tiro infatti non era assolutamente irresistibile ma Stefania se lo è fatto passare sotto il corpo.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento