menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente Belfanti e il ds Petrollini

Il presidente Belfanti e il ds Petrollini

Calcio Trento presente e futuro, la visione di Petrollini

"Sapere che, piano piano, tutti i debiti si stanno sistemando è sicuramente la notizia più importante. Non solo per la squadra ma per il futuro della società", dice il direttore sportivo della squadra gialloblù

"Sapere che, piano piano, tutti i debiti si stanno sistemando è sicuramente la notizia più importante. Non solo per la squadra ma per il futuro della società". Gianni Petrollini, direttore sportivo del Trento, non pensa solamente al prossimo impegno degli aquilotti che saranno di scena domenica, con calcio d’inizio alle ore15, a Salorno, ma cerca di analizzare a 360 gradi la situazione della realtà di via San Severino. 

"Tornando al tema più strettamente sportivo devo dire che la squadra, dall’inizio dell’anno, ha ingranato un’altra marcia- riprende il dirigente umbro -. A parte la sconfitta subita contro la Fersina, sconfitta che assolutamente non meritavamo, siamo stati capaci di ottenere i tre punti nelle altre occasioni. In particolar modo lasciatemi sottolineare la prestazione dei ragazzi nel primo tempo contro la Rotaliana: se la frazione in questione si fosse conclusa sul cinque a zero credo non ci sarebbe stato nulla da eccepire. Poi ci siamo fatti prendere un pochino dall’ansia ma il match è rimasto sempre e saldamente sotto il nostro controllo".
 
Petrollini non vede l'ora di poter recuperare il giovane Adami: "Il rientro del terzino permetterà al nostro tecnico, Marco Melone, di spostare più avanti Vitti e schierare Ferrarese nel ruolo in cui può esprimersi al meglio: ovvero come tre quartista. Sia lui che Ravelli, reduci da un lungo periodo di inattività, stanno pian piano rientrando in forma, anche per questo sono molto ottimista sulla possibilità di raggiungere il secondo posto attualmente distante cinque lunghezze".
 
Il Mori, formazione sulla quale il Trento sta di fatto facendo la rincorsa, sarà impegnata questo fine settimana in trasferta contro il Plose: "Credo che il coefficiente di difficoltà delle due partite sia molto simile. Il Salorno è forse più tecnico ma il Plose deve ancora conquistare punti determinanti per la salvezza- continua Petrollini -. Si tratta di una squadra molto fisica e ricordo ancora quando ci batterono per due reti a zero. Per quanto concerne invece i giallorossi di mister Davide Zoller ovviamente non ci regaleranno nulla, nonostante non abbiamo particolare problemi di classifica". 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento