menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo il tonfo di Termeno il Calcio Trento ricomincia a correre

Il presidente Belfanti: "Posso assicurarvi che continueremo in questa direzione con una volontà sempre maggiore, d'altra parte sono finiti i tempi in cui si andava a comprare l'intera squadra in giro per l'Italia"

Il Trento torna ad essere la squadra degli ultimi mesi è riesce così a superare il Maia Alta nell’ultima partita casalinga della regular season. Due a uno il risultato finale a favore dei gialloblù grazie alle reti siglate al 16esimo del primo tempo da Ferrarese e al 31esimo della seconda frazione di gioco da Marzocchella, con il momentaneo pareggio degli ospiti griffato Pamer al 26 esimo. Una buona prova collettiva per gli aquilotti che domenica termineranno le proprie fatiche sul campo del già retrocesso Vallagarina.

E’ chiaro che i ragazzi allenati da Marco Melone stanno già preparando, mentalmente e fisicamente, gli spareggi promozione in programma il prossimo tre giugno. “Intanto dobbiamo pensare a terminare il campionato in maniera onorevole- spiega Pier Vittorio Belfanti, proprietario della società di via San Severino. Partite come quella di Termeno di una settimana fa (il Trento uscì sconfitto per 5 a 2) fatico proprio a digerirle. Fortunatamente già con il Maia Alta ho visto un altro tipo di concentrazione e un approccio ben diverso al match. Lasciatemi anche sottolineare l’esordio ufficiale di due giovanissimi provenienti dal nostro vivaio come Maistri e La Torre, testimonianza concreta di come la società stia investendo in maniera importante proprio sul settore giovanile. Posso assicurarvi che continueremo in questa direzione con una volontà sempre maggiore, d’altra parte sono finiti i tempi in cui si andava a comprare l’intera squadra in giro per l’Italia”.
 
Belfanti pensa poi agli spareggi interregionali: “Da quando sono arrivato ho sempre detto che l’obiettivo era quello di raggiungere la promozione in serie D. Visto e considerato che ci siamo trovati di fronte una Fersina semplicemente mostruosa e inavvicinabile dovremo fare del nostro meglio contro formazioni lombarde, piemontesi e venete. Qualche partita di questi campionati me la sono vista e posso assicurarvi che non c’è poi tutta questa differenza con la realtà trentina. Non dobbiamo dimenticare che nella nostra rosa possiamo contare su alcuni elementi che già ora potrebbe tranquillamente militare in categorie superiori, non vedo quindi perché si dovrebbe partire già battuti. So che la squadra sta lavorando molto intensamente agli ordini di Marco Melone, facendo di fatto una nuova preparazione atletica per presentarsi al massimo in campo tra un mese, sono certo che in quelle occasioni anche il  nostro pubblico tornerà ad essere davvero il dodicesimo uomo in campo. Le altre squadre non si possono certo permettere il lusso di poter contare su una bacino d’utenza come il nostro”. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento