menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per il Mezzocorona un punto che vuol dire salvezza

Il pareggio ottenuto sul difficile campo del Sandonàjesolo, zero a zero, permette al Mezzocorona di portare ad undici i punti di vantaggio sulla zona play out ma soprattutto di agganciato a quella play off

Ora la salvezza è praticamente cosa fatta e si può cominciare a pensare a qualcos’altro. Il pareggio ottenuto sul difficile campo del Sandonàjesolo, zero a zero il risultato finale, permette al Mezzocorona di portare ad undici i punti di vantaggio sulla zona play out ma soprattutto di rimanere saldamente agganciato a quella play off. 

Il match andato in scena in terra veneta è stato molto tirato anche se privo di forti emozioni, novanta minuti giocati soprattutto sul piano fisico. “Sinceramente mi aspettavo proprio un incontro del genere- spiega Stefano De Agostini, allenatore dei rotaliani. Dall’altra parte del campo c’era una formazione costruita per vincere il campionato che questa stagione ha deluso i propri sostenitori. Era chiaro quindi che cercassero di metterla sotto il profilo agonistico ma i miei ragazzi sono stati davvero molto bravi a tenere botta”. 
 
I gialloverdi sembrano essersi completamente ripresi dopo le cinque partite in cui avevano racimolato la miseria di un punto: “Partiamo dal presupposto che un calo durante un campionato equilibrato e tirato come quello di serie D è più che fisiologico- continua il tecnico friulano. Se a questo aggiungiamo che il mese scorso abbiamo dovuto fare a meno di diversi tasselli fondamentali per il nostro puzzle ecco quindi spiegata la mancanza di risultati. E’ stata determinante la vittoria ottenuta la settimana scorsa in casa contro l’Union Quinto, quei tre punti ci hanno permesso di tornare a sorridere e lavorare con maggiore tranquillità. Anche a San Donà siamo scesi in campo senza nessun timore e questo credo si sia visto proprio nella gestione dei novanta minuti, ripeto: davanti a noi c’era una formazione che può contare su individualità di primissimo piano”. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento