Baket, Trento batte Chieti: storica promozione

Flash: la squadra di Buscaglia ha vinto in Gara 4 contro Chieti per 67 a 63. Dopo aver perso venerdì sera l'Aquila basket ha conquistato in trasferta la vittoria decisiva. Oggi si festeggia in largo Carducci

La squadra di Buscaglia ha vinto in Gara 4 contro Chieti per 67 a 63. Dopo aver perso venerdì sera l'Aquila basket ha conquistato in trasferta la vittoria decisiva. La squadra dà appuntamento a tutti i tifosi per lunedì 28 maggio alle 19.00 al bar PLAN in Largo Carducci 38 per festeggiare la promozione in LegaDue. Tutti i giocatori e lo staff saranno presenti per condividere  insieme alla città un traguardo straordinario. 

"Un’emozione indescrivibile che davvero fatico ancora a controllare - spiega Salvatore Trainotti, general manager della formazione del capoluogo. Siamo passati dalla dolorosa e inaspettata retrocessione di dodici mesi fa a questo meraviglioso salto di categoria, che in tutta sincerità non avevamo messo in preventivo. Puntavamo a raggiungere ai play off, e questo non lo abbiamo mai nascosto, ma da qui a vincere il campionato ce ne passa".

 

Ora sul parquet del PalaTrento si aprono le porte anche per gli stranieri, questa è la differenza più importante tra A dilettanti e Lega Due, che potrebbero essere sino a quattro. Per la precisione due di questi extracomunitari, un altro dovrebbe essere europeo e il quarto, seppur  “straniero”, deve essere in possesso di passaporto italiano. Insomma spettacolo puro con la possibilità di assistere ai numeri di atleti statunitensi, russi e chi più ne ha più ne metta.
 
“Non riesco ancora a pensare a quello che sarà – riprende Trainotti- la promozione è troppo fresca e credetemi non ho fatto neppure una telefonata per sondare eventuali possibilità di ingaggio per la Lega Due. Ovviamente ci sarà bisogno di un budget superiore ma così come i nostri sponsor, che non sono solo tali ma soprattutto amici, non si sono tirati indietro nel momento amaro della retrocessione dello scorso anno, finanziando la domanda di ripescaggio, non vedo per quale motivo dovrebbero tirarsi indietro ora che si è avverato un sogno”.
 
Anche Maurizio Buscaglia, coach della Bitumcalor, deve ancora metabolizzare la vittoria di Chieti, tant’è che si sofferma sull’analisi della partita più che sul futuro prossimo: “Ho visto i giocatori combattere su tutti i palloni, con grande “cattiveria” agonistica e concentrazione. I nostri avversari hanno ampiamente dimostrato di valere questa finale, alla faccia di chi pensava che gli abruzzesi fossero arrivati sino a qui quasi per caso. A parte gara uno infatti in campo si è visto un grande equilibrio  e proprio per questo sono ancora più soddisfatto delle prestazioni della mia squadra. In questa serie siamo stati davvero molto bravi a concentrarci partita dopo partita senza pensare alle singole vittorie o alla sconfitta di venerdì scorso, la maturità del gruppo ha permesso di superare lo scoglio Chieti a cui vanno tutti i miei complimenti più sinceri, e se mi permettete un plauso lo voglio fare anche al loro pubblico per la sportività dimostrata. Per quanto riguarda i nostri tifosi- conclude Buscaglia- sono stati semplicemente fantastici sia al PalaTrento, dove davvero hanno pesato come un uomo in più in campo, che in trasferta”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coltiva marijuana in un campo, a casa ne ha quasi un quintale: arrestato insospettabile 47enne

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento