menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forray: "La mia priorità è giocare ancora a Trento"

E’ stato uno dei protagonisti in campo dell’ottima stagione della Bitumcalor ed è il cuore pulsante dello spogliatoio. Andrès Pablo “Toto” Forray,capitano dei bianconeri, capaci di risvegliare la passione per il basket di un’intera città

 “Devo dire che è stata un’ annata davvero strepitosa – attacca il play sud americano – sinceramente neppure noi pensavamo di poter vincere la coppa Italia e raggiungere le semifinali play off al primo anno in Lega Due. Alla squadra darei un bel 9, non il massimo perché forse in regular season avremmo potuto fare qualcosa di più, comunque sono stati mesi bellissimi in cui il gruppo è riuscito a venire fuori soprattutto contro quelle formazioni, sulla carta, più forti di noi”. Insomma un nove per l’Aquila ma un voto più basso per se stesso: “Non andrei oltre il 7.5, è vero che credo di aver dato il mio contributo ma è altrettanto vero che sono convinto di poter fare qualcosa di più”. Anche Forray come la stragrande maggioranza dei suoi compagni è in attesa di una chiamata da parte della società. Solamente Pascolo e Spanghero infatti sono di proprietà dell’Aquila e il contratto del giocatore argentino scade il prossimo 30 giugno: “A me piacerebbe moltissimo poter continuare la mia avventura a Trento e spero di poter trovare un accordo con il general manager Salvatore Trainotti – afferma Forray - . Al di là del fatto che siamo cresciuti moltissimo dal punto di vista dei risultati sportivi non nascondo che ormai mi sento legato a doppio filo con la città di Trento, i nostri tifosi, la maglia che indosso. Insomma qualcosa che va al di là del semplice desidero di giocare ancora in bianconero. Dopo due anni e mezzo in cui abbiamo ottenuto una promozione, uno scudetto, una coppa nazionale e una semifinale play off è come giocassi da sempre con Trento”. Insomma una vera e propria dichiarazione d’amore da parte del capitano, una dichiarazione d’amore che dovrebbe essere colta senza eccessivi problemi dalla società di via Fogazzaro. “Non ho ancora sentito nessuno ma non c’è fretta, con la riforma dei campionati capisco che per chiarire alcuni aspetti sia necessario aspettare un po’ di tempo in più rispetto al solito – continua il play -. Ovviamente il fatto che la Bitumcalor si sia fatta conoscere a livello nazionale anche per la propria serietà farà sì che diversi giocatori si proporranno tagliandosi magari pure l’ingaggio, ma anche questo fa parte del gioco e la situazione di certo non mi spaventa. La mia priorità era e rimane quella di firmare il rinnovo”. Forray è certo che il futuro potrà dare moltissimo alle aquile: “Mi sembra che ci sia tanta voglia di crescere ulteriormente e credo che la società farà di tutto per raggiungere risultati sempre più prestigiosi. Quest’anno siamo partiti e al palazzetto erano presenti 7-800 spettatori: otto mesi più tardi sulle gradinate erano in 3500. Mi sembra questa la vittoria più importante: aver fatto capire ai trentini quanto il basket possa essere bello ed emozionante. Per noi giocatori vi posso assicurare che è stata un’emozione indescrivibile vedere tutti quegli spettatori al PalaTrento, una sensazione che cercheremo di rivivere al più presto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cosa cambia dal 26 aprile

  • Attualità

    Perché rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento